Settantacinque ettari al giorno, ovvero poco meno di 200 campi di calcio. Questa è la superficie  di suolo che viene erosa e consumata ogni giorno in Italia dalle lobby del cemento e del mattone. Un processo irreversibile e in crescita costante, che FAI e WWF decrivono nel Dossier sul consumo del suolo “Terra Rubata – Viaggio nell’Italia che scompare”. L’indagine condotta su 11 regioni italiane, corrispondenti al 44 per cento della superficie totale, dimostra che negli ultimi 50 anni l’area urbana è pressoché quadruplicata, attraverso la cementificazione di una superficie grande quanto l’intero Friuli Venezia Giulia. A tutto questo si aggiunga il fenomeno dell’abusivismo edilizio. Dalla nascita della Repubblica ad oggi, si sono registrati 4,5 milioni di casi certificati, 75mila l’anno e 207 al giorno. E ben tre condoni (1985, 1994 e 2003) hanno sanato gli abusi in sostituzione di una politica sulla pianificazione territoriale.  Di Giovannij Lucci

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’Egitto stanco e in crisi va quattro volte alle urne

next
Articolo Successivo

Soldi Margherita, la villa a Genzano del senatore Lusi (Pd)

next