L'Italia Nova, atto IV: "Il discorso di Monti"Dopo l’intermezzo detto del “Pianto della Fornero”, s’aprì il sipario e cominciò il quarto atto. Dai quadri di Pennello da Quaracchi che ce lo raccontano, la scena era tenebrosa e splendida, selvaggia e costellata di rovine: appunto, l’Italia Nova. Un tabernacolo custodiva il simbolo del Dio, e Vincenzo Monti ostendeva una moneta, che brillava in modo straordinario (un trucco scenico, si immagina). Riportiamo il testo dell’orazione di Monti, ricordando che Riondino scripsit, Spadoni pinxit.

Tavola di Francesco Spadoni. Per ingrandire clicca qui

Guarda le altre puntate dell’opera L’Italia Nova:
Prima
Seconda
Terza
Intermezzo

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Se (anche) Clooney scarica Obama

next
Articolo Successivo

American Horror Story, creatività in vendita

next