La situazione è grave, non si è deciso nulla. Inoltre ci sono stati dei momenti plateali di tensione tra Merkel e Sarkozy sul ruolo della Bce. E’ quanto ha riferito Silvio Berlusconi alla delegazione italiana dei parlamentari del Pdl incontrati dopo il vertice informale dei leader del Ppe. Il Cavaliere ha così messo in evidenza le distanze tra Parigi-Berlino e il resto dei leader Ue. L’ex premier, a margine del vertice di Marsiglia, non ha mancato di ripetere le sue parole d’ordine. La crisi? Aggravata dalla rigidità tedesca. L’Italia? “Un paese di benestanti”. “Non ho mai avuto dubbi. Noi siamo, sommando il debito pubblico alla finanza privata, il secondo Paese più solido d’Europa dopo la Germania e prima di Svezia, Francia e Gran Bretagna”, l’Italia, ha aggiunto “è indebitata ma ha cittadini benestanti. Non dobbiamo quindi essere preoccupati”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

E il teatrino della politica va avanti imperterrito…

next
Articolo Successivo

“Sei il problema dell’Antimafia!”

next