Dal verminaio che affiora di ora in ora tra le carte dell’inchiesta Finmeccanica, ci mancava la ridicola difesa del più azzimato tra i finto giovani democristiani.

Pretendere l’aura di santità degli accusatori.

Incastrati, inchiodati, bloccati dai riscontri e dalle confessioni che i magistrati hanno raccolto, i “moderati” provano a smarcarsi invocando la clausola morale: “Chi ci accusa non è un santo”.

E chi dovrebbe essere di grazia?

Un volontario della Caritas? Una crocerossina? Un pacifista vegano?

Chi sta confessando è della stessa risma. Abituato a trattare con i “moderati” che moderati fingono di essere nell’eloquio, ma che mai moderati sono nell’intascare soldi, tanti soldi, cariche e favori.

Il peggior cancro che si attacca a quel po’ di corpo sano che è rimasto di questo Paese.

L’ultimo fiore all’occhiello dell’industria italiana, ridotta a un bordello a cielo aperto.

Politici di tutta l’area “moderata” hanno partecipato alla spartizione, ognuno di loro con il suo sottopanza, a cui da sempre è preposto il lavoro sporco, acchiappare i soldi, portarli a casa, o più spesso farseli portare in busta chiusa a studio, distribuirli, senza mai dimenticare la stecchetta per sé.

300-350 mila euro a botta! Ma dove li vanno a prendere? Tutti a San Marino?

Qual è quella banca che glieli consegna se a ognuno di noi è concesso prelevare al massimo 2499,99 euro?

Capita anche che l’appena deposto ministro dell’Economia riceva alcuni emissari insieme al Senatore a vita nel suo studio, d’altronde ancora oggi le  famose 5 parole restano ancora valide.

Oggi i milioni li chiamano “zucchine” e distribuire tangenti: “fare i compiti” e confidando nei tempi lunghi dei processi disegnano già possibili scenari futuri.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Roma criminale, politica e grandi affari
Tutto parte da un omicidio a Frascati

next
Articolo Successivo

Firme false alle regionali lombarde
La procura si costituisce parte civile

next