Oggi ci è dato sapere che l’Italia avrebbe scelto di passare sotto monitoraggio Ue/Fmi, di “sua iniziativa”, come dice Barroso. Per il galateo mondiale, è l’ultimo schiaffo all’Italia. Altro che risatine dall’ex-socio/avvocato della “5” francese, Sarkò, assieme all'”inchiavabile” Merkel.

Imbarazzo pure nella stampa nostrana per giustificare, spiegare la situazione, perché in chiave di lettura italianissima farebbe così di spelling: “f-i-g-u-r-a-d-i-m-x-x-x-a-m-o-n-d-i-a-l-e”, prima di pensare a qualsiasi altro problema. Tipo lasovranità limitata, nel senso proprio, vero, non solo “deviato”, perché qui tra due basi Nato e tre tensioni si può capire benissimo cosa sta succedendo mentre la pizza margherita è venuta a costare 12.000 lire in euro.

Nel frattempo, non vorrei offendere nessuno ma leggo, ovviamente su Le Monde e Libération, che l’Italia è messa sotto “sorveglianza” per volontà del Fmi. Chiaramente, non lo è affatto, una scelta.

Forse ancora più eloquente la frasina su Le Monde: “Un team di esperti dovrebbe dunque recarsi in Italia ogni tre mesi per fare il punto sulla salute economica del Paese e valutare i progressi fatti riguardo alle riforme decise da Roma“. Tipo le gite turistiche dell’Aja in Iran?

Scusate ma il caffè ce l’abbiamo ancora?

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

G20, il Financial stability board disegna
la mappa delle banche “sistemiche”

next
Articolo Successivo

Umiltà opportuna in un G20 di svolta

next