Si è tenuto oggi nel centro di Milano una iniziativa di un centinaio di militanti di Forza Nuova di sensibilizzazione sulla lotta al sistema finanziario e bancario quale soluzione per uscire dalla crisi economica. Le proposte vanno dalla cancellazione d’ufficio del Debito Pubblico – sul modello della recente iniziativa del governo islandese — alla chiusura delle Banche private — perché “sistema legalizzato di usura” – e la nazionalizzazione delle Banche Centrali — oggi sotto il controllo delle Private. Lo strumento per ottenere tutto questo è la Legge e non la “piazza”. E della recente manifestazione romana e relativi scontri, criticano sia gli Indignados — di cui non piace il nome esterofilo – che i Black block, messi un po’ confusamente sullo stesso piano circa gli episodi degli scontri. Gli indignati in quanto “sospettati” di collusione con gli stessi poteri della finanza internazionale contro cui si rivolgono, i secondi perché “nichilisti”, cioè dediti alla distruzione in sé e per sé, quindi privi di un programma politico di Giovannij Lucci