Queste sono le immagini scioccanti in cui, il 31 ottobre 2009, una trentina di boss e di luogotenenenti della ‘ndrangheta lombarda nominano Pasquale Zappia come referente degli affari in Nord Italia delle cosche calabresi.

Come se non bastasse l’incontro è avvenuto al Circolo Arci “Falcone e Borsellino” di Paderno Dugnano in provincia di Milano. Gli spazi erano stati inaugurati poco più di un anno prima da Salvatore Borsellino, il fratello del magistrato ucciso dalla mafia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Il summit di mafia al circolo
intitolato ai giudici Falcone e Borsellino

next
Articolo Successivo

Denunciò le clientele di lady Mastella
Oggi è indagato per abuso d’ufficio

next