» Cultura
venerdì 21/04/2017

Non aprite la scatola dei ricordi: c’è del pop

Destinato a diventare nei prossimi anni il suono del mainstream, l’album dei Chainsmokers “Memories do not open” incassa già la collaborazione dei Coldplay
Non aprite la scatola dei ricordi: c’è del pop

Tramontata l’era dei Dj con cantante in prestito è arrivato il ritorno dei produttori a tutto tondo. Da più di un anno due ragazzi americani, Andrew Taggart e Alex Pall, originariamente Dj pure loro, hanno occupato le classifiche globali di vendita e streaming con una manciata di hit quali Don’t Let Me Down e Closer, […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2017 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Cultura

Guy Delisle, tavole per una prigionia minimale raccontata in grigio scuro

Cultura

“Quattro Quartetti”, l’eco musicale di T. S. Eliot

Oslo val bene un giallo
Cultura

Oslo val bene un giallo

di
Flowers Must Die: collettivo che ritrova la psichedelia
Cultura
Anni 60-70 - Prima che arrivasse Ikea

Flowers Must Die: collettivo che ritrova la psichedelia

di
Fabrizio Bosso, un quartetto per una nuova linfa
Cultura
Jazz - Doppio live dopo il tour internazionale

Fabrizio Bosso, un quartetto per una nuova linfa

di
Teardo, l’arte di mettere insieme Roma e Berlino
Cultura
Suoni e parole - In vinile e in download

Teardo, l’arte di mettere insieme Roma e Berlino

di

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×