/

“In Sudafrica a 35 anni ho avuto la mia cattedra. In Italia lavoravo col mio pc su una panca”

Ingegnere a Harvard. “In Italia ricercatori molto capaci. Ma gli studenti hanno poca autostima”

“A Dubai ho ritrovato la gioia di lavorare. In Italia se sei bravo diventi un problema”

“A Vancouver disegno per il cinema d’animazione. In Canada non c’è staticità: posso realizzare i miei progetti”

Fertility Day, medico in Usa: “In Italia non si trattano questi temi in maniera libera. Forte influenza della Chiesa”

Imprenditrice in Namibia. “Se fossi in Italia lavorerei ancora gratis in attesa di una cattedra”

Architetto in Iraq. “L’Italia ci costringe a emigrare: così regaliamo il nostro talento ad altri”

“Siamo architetti ma in Portogallo facciamo la pasta fresca. In Italia mancano stimoli e opportunità”

Camerieri e pizzaioli a Malta. “Paghe basse per chi si improvvisa. Ma lo Stato qui non ti strozza”
“In Italia lavoravo gratis, in Francia sono come un prof associato. E non voglio tornare indietro”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×