/ / di

Tommaso Chimenti Tommaso Chimenti

Tommaso Chimenti

Critico teatrale

Dopo essermi laureato in Scienze Politiche, ho cominciato ad occuparmi di giornalismo, prima su testate locali, “Il Corriere di Firenze”, come collaboratore delle pagine culturali, poi come critico teatrale su riviste nazionali, ad esempio “Hystrio”. Ho collaborato alla rivista della Biennale Teatro di Venezia sia nel 2011 che nel 2012 e attualmente scrivo per “Il Fatto Quotidiano del Lunedì”, i mensili fiorentini “Ambasciata Teatrale” e “Lungarno”, la rivista trimestrale della Fondazione Toscana Spettacolo, “Il Teatro e il Mondo”. Sono inoltre giurato per il “Premio Ubu” dal 2007, membro dell’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro e di Rete Critica, l’associazione che riunisce i critici teatrali che scrivono sul web. La mia priorità in questo blog è quella di occuparmi di monitorare il mondo teatrale, con interviste, presentazioni e recensioni, partendo da Firenze e spaziando in tutta Italia con uno sguardo particolare al teatro contemporaneo, alle rassegne, ai festival.
(Foto di Sandra Nastri)

Blog di Tommaso Chimenti

Cultura - 9 marzo 2016

‘Una casa di bambola’, Filippo Timi esce dal guscio del personaggio (purtroppo)

FIRENZE – “Teatrale: istrionico, melodrammatico, plateale, affettato, artificioso, caricato, enfatico, esagerato” (Dizionario Treccani) “No, ragazzo no, tu non mi metterai tra le dieci bambole che non ti piacciono più” (Patty Pravo, La Bambola) Era passato molto tempo dall’ultimo volta che ero andato a teatro la domenica pomeriggio. E’ un mondo a parte. Come in un […]
Cultura - 4 marzo 2016

‘Vania’ di Oyes: tra pennellate di grigio c’è una luce in fondo al tunnel

C’è una discrepanza di fondo, una gracchiante incongruenza, tra l’idea di trasposizione, seppur giustamente tradita, che gli Oyes (giovane compagnia milanese, in spagnolo “ascolto”, oppure l’inglese sincopato “Oh yes”) hanno avuto e volevano riportare sulla scena tra lo “Zio Vanja” cechoviano e il loro “Vania”. Già dal titolo: se Vanja, con la j in russo […]
Cultura - 1 marzo 2016

‘I tre moschettieri’, a volte ritornano (ed è un bel ritorno)

TORINO – “Il duello si fa! Un duello a morte”. “Oh no, io no: a morte niente. Ordine del dottore. Ho un’ulceretta, e la morte è controindicata” (Amore e guerra, Woody Allen) A volte ritornano. Ritornano le energie registiche, i desideri attoriali e anche le esigenze ministeriali. Trent’anni sono passati dall’edizione del Teatro dell’Aquila de I […]
Cultura - 26 febbraio 2016

‘Bandierine al vento’, Evoè: ritratto di una famiglia apparentemente tranquilla

“Famiglie, vi odio! focolari chiusi; porte sprangate; possessi gelosi della felicità”. (André Gide) “La famiglia è uno stato che riceve autorità dalla noia, dalle convenienze e dalla paura di morir soli in casa”. (Leo Longanesi) “Quando si trova un coniuge ammazzato, la prima persona inquisita è l’altro coniuge: questo la dice lunga su quel che […]
Cultura - 22 febbraio 2016

“Generazione Disagio”, va in scena il precariato dei trentenni

MILANO – Cosa cerca il pubblico andando a teatro? Due le grandi scuole di pensiero che stanno agli estremi: i conservatori, quelli che non vogliono farsi toccare e scardinare dalle loro certezze ma che anzi cercano nell’arte un’ulteriore conferma alle proprie convinzioni assodate e stratificate, che cercano il consolatorio dall’opera dal vivo, e quelli, completamente […]
Cultura - 14 febbraio 2016

Teatro, i nomi bizzarri delle compagnie teatrali

Le parole sono importanti, sentenziava quello con la calotta in testa a bordo piscina prima di vibrare il sonoro ceffone. Anche i nomi sono importanti. Se il nome non te lo danno, come accade alla nascita, ma te lo devi scegliere, come accade alle compagnie teatrali, è ancora più difficile. E se sbaglio? E se […]
Cultura - 9 febbraio 2016

Antonio Rezza in ‘Anelante’: poesia che fluttua

“Dio è un surrogato del culo. In mancanza di uno ti attacchi all’altro. Meglio Dio: è una questione d’igiene” “La pensione è un grande equivoco: stai a morire, ti stai a preoccupare degli spicci” La sfida, dialettica e intellettuale, è quella di raccontare la nuova prova di Rezza/Mastrella senza usare il decalogo di aggettivi stra-abusati: […]
Cultura - 4 febbraio 2016

‘Parassiti Fotonici’, una commedia spassosamente paurosa

“Mendicare o regnare, che importa? Lascia il resto agli dei” (Cesare Pavese) “Non sei senza ambizione, ma ti manca la crudeltà che deve accompagnarla” (“Macbeth”) “Voglio di più e non mi basta mai” (Jovanotti) Inquietantemente divertente. Spassosamente pauroso. Soprattutto come deriva del capitalismo post moderno, della concezione, del rispetto e della considerazione della vita umana, […]
Cultura - 1 febbraio 2016

‘Il più grande artista del mondo dopo Adolf Hitler’ a teatro il giorno dopo quello della Memoria

Chi riconduce soltanto violenza e i campi di concentramento, la banalità del male e le rappresaglie naziste alla figura di Adolf Hitler vede soltanto la punta dell’iceberg, la superficie più facile da demonizzare. Ma se non se ne capiscono a fondo i meccanismi del consenso e le dinamiche di fedeltà e condivisione assoluta delle idee […]
Cultura - 30 gennaio 2016

‘Mumble mumble’ di Emanuele Salce: la dura vita dei figli d’arte

“Non è difficile diventare padre. Essere un padre: questo è difficile” (Wilhem Busch) “Tutto ciò che un figlio può aspettarsi da un padre è che sia presente al concepimento” (Joe Orton) Dura la vita dei figli d’arte. Dura superare un grande padre se si sceglie lo stesso settore. Qualcuno ricorda le gesta del figlio di […]
Roma: ‘Vendesi posto auto’ a via Giulia. Il parcheggio si farà (nonostante il Tar)
Colin Ward, ‘Architettura del dissenso’: sulle forme e le pratiche alternative dello spazio urbano

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×