/ / di

Sandra Rizza Sandra Rizza

Sandra Rizza

Giornalista giudiziaria

Sandra Rizza, sono giornalista giudiziaria e ho scritto alcuni saggi sul rapporto tra  mafia e politica. Gli ultimi: ”L’Agenda Rossa” (2007), ”Profondo nero” (2008), e ”L’Agenda nera della Seconda Repubblica” (2010), tutti pubblicati da Chiarelettere.

Sono cresciuta professionalmente al giornale ”L’Ora” di Palermo, negli anni Ottanta, durante la guerra di mafia che porto’ i corleonesi di Toto’ Riina al vertice di Cosa nostra. Dopo la

chiusura de ”L’Ora”, ho seguito le cronache dello stragismo per il settimanale ”Panorama” di cui sono stata corrispondente dalla Sicilia. Dal 2001 al 2008 ho fatto il redattore giudiziario all’Ansa di Palermo. Ho collaborato saltuariamente per ”il manifesto”, ”la Stampa”, ”Micromega”. Attualmente scrivo su ”il Fatto Quotidiano” da Palermo.

Articoli Premium di Sandra Rizza

Cronaca - 20 ottobre 2016

Lo Giudice accusa i poliziotti ma i magistrati non gli credono

Su una cosa insiste: “Faccia di mostro, alias l’ex poliziotto Giovanni Aiello, mi disse che era stato lui a preparare la bomba e a premere il telecomando di via D’Amelio”. Poi fa un passo avanti e parla di un “cannocchiale” con il quale lo stesso Aiello, “appostato su una montagna, aspettava l’arrivo di Paolo Borsellino […]
Cronaca - 8 ottobre 2016

Il processo per la Trattativa bussa ancora al Quirinale

Il processo trattativa torna a bussare alle porte del Quirinale. I pm del pool Stato-mafia hanno chiesto di acquisire, per il tramite della Corte d’assise di Palermo, alcune delle 22 agende di Carlo Azeglio Ciampi: i diari nei quali l’ex Capo dello Stato, scomparso il 16 settembre, era solito appuntare il contenuto delle riunioni istituzionali […]
Cronaca - 1 ottobre 2016

Servizio Rai con il taglio della parola “Trattativa”

Nella conferenza stampa convocata a Palermo subito dopo la cattura di Totò Riina, il comandante dei carabinieri in Sicilia Giorgio Cancellieri per la prima volta usò pubblicamente la parola “trattativa” per descrivere una sorta di baratto con le istituzioni che il capo di Cosa Nostra aveva tentato con l’obiettivo di “liquidare un’intera epoca di stragi”. […]
Cronaca - 30 settembre 2016

Nel 1994 denunciò i favori a Cosa Nostra, Maroni teste in aula

In un’intervista al Tg3, il 16 luglio del ’94, denunciò l’”imbroglio” con cui il Consiglio dei ministri aveva approvato il decreto Biondi inserendo sottobanco disposizioni che favorivano Cosa Nostra. E ora i pubblici ministeri del pool Stato-mafia chiedono di sentire in aula Roberto Maroni, all’epoca ministro dell’Interno e oggi presidente della Regione Lombardia, per sapere […]
Cronaca - 27 settembre 2016

I genitori del medico di Provenzano: temiamo che qualcuno ci avveleni

Irritazione alla gola, capogiri, sangue nelle feci e misteriose goccioline sulle piante del giardinetto di casa che di colpo appassiscono. È l’ultimo mistero che tormenta i genitori di Attilio Manca, l’urologo siciliano morto il 12 febbraio 2004 in circostanze oscure in quella che la Procura di Viterbo ha liquidato come l’overdose di un “tossicodipendente’’, e […]
Cronaca - 21 settembre 2016

Mattarella padre all’origine della fortuna di Ciancimino

Fu il potente Dc Bernardo Mattarella a sponsorizzare personalmente l’ingresso nel mondo degli affari di Vito Ciancimino. È quanto emerge dai documenti della Commissione parlamentare Antimafia della V legislatura (1968-’72), ora depositati nella causa che il capo dello Stato Sergio Mattarella, affiancato dai nipoti Bernardo jr. e Maria, ha intentato a Palermo nei confronti del […]
Cronaca - 17 settembre 2016

“Così Andreotti chiedeva di indagare su Martelli”

Nel luglio del ’92, mentre il Parlamento litigava sulla conversione del decreto che istituiva il 41-bis, voluto dal ministro della Giustizia Claudio Martelli, l’avvocato Odoardo Ascari chiese al giovane collega Luigi Li Gotti di studiare le carte dell’inchiesta già archiviata sul Conto Protezione, con particolare riferimento al ruolo del Guardasigilli, per vedere se si poteva […]
Politica - 16 settembre 2016

Ciampi, quelle 22 agende negli archivi del Quirinale

Questo articolo è stato pubblicato sul Fatto il 24/07/2015 “Nell’archivio riservato del Quirinale ci sono 22 agende: sono quelle di Carlo Azeglio Ciampi che, da quando era presidente del consiglio a quando divenne capo dello Stato, era solito appuntarsi la sintesi di tutte le riunioni istituzionali”. È la rivelazione di Gaetano Gifuni, ex segretario generale […]
Cronaca - 16 settembre 2016

Nel ’93 i carabinieri sapevano della trattativa con Cosa Nostra

Era il 15 gennaio 1993 e Totò Riina era stato appena ammanettato a Palermo in viale Regione Siciliana: fu quello stesso giorno, durante la trionfale conferenza stampa convocata dai carabinieri nella caserma Bonsignore, che il generale Giorgio Cancellieri, massima autorità dell’Arma sull’isola, rivelò pubblicamente il “piano strategico” avviato dal capo dei capi di Cosa Nostra: […]
Cronaca - 10 settembre 2016

Il colonnello Angeli: “Mai visto il papello”. Verso un confronto

Arriva il secondo confronto nel processo per la Trattativa Stato-mafia: i pm di Palermo intendono chiedere il faccia a faccia tra il colonnello Antonello Angeli e il maresciallo Saverio Masi per chiarire le contraddizioni tra i due carabinieri sul mancato sequestro del “papello” nella villa all’Addaura di Massimo Ciancimino. Due giorni fa, infatti, Masi ha […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×