/ / di

Sciltian Gastaldi Sciltian Gastaldi

Sciltian Gastaldi

Scrittore e giornalista

Scrivere e insegnare sono le due cose che so far meglio. Beh, almeno tra quelle che si possono raccontare. Ho pubblicato due saggi sul maccartismo, un testo sui diritti dei gay, quattro romanzi e una decina di articoli accademici di cinema, letteratura e storia per riviste scientifiche internazionali. Nel 2015 la Chicago Quarterly Review ha pubblicato la traduzione in inglese dei primi due capitoli del mio romanzo più venduto, il long-seller Angeli da un’ala soltanto, individuandomi come uno degli scrittori italiani contemporanei più interessanti. Peccato se ne siano accorti solo loro. Come giornalista professionista ho vinto un paio di premi nazionali assai ganzi e collaborato a varie testate, sia italiane che canadesi.
Siculo-piemontese nato e cresciuto a Roma, penso di essere l’incubo del leghista medio. Non contento della caput mundi, che amo, ho vissuto per quasi dieci anni in Canada e Regno Unito nei panni del tipico “stomaco in fuga”. Ringraziando la riforma della Scuola (ho un altarino votivo raffigurante la ministra Giannini), nel settembre 2015 sono rientrato in Italia come insegnante di Storia e Filosofia per un paio di licei della provincia di Rieti, dove ho trovato degli studenti meravigliosi. Ah, la provincia di Rieti è bellissima, ma questo è meglio non farlo sapere in giro.
I miei link:
anellidifum0.wordpress.com
www.sciltiangastaldi.com
it.wikipedia.org/wiki/Sciltian_Gastaldi

Blog di Sciltian Gastaldi

Elezioni 2015 - 3 giugno 2015

Regionali 2015: perché non dobbiamo interessarci dell’astensione, ma di Civati sì

Alle elezioni di qualunque tipo, chi non vuole farsi conteggiare, non si fa conteggiare. E quindi non si conteggia, non si conta e soprattutto – dopo – non s’ingrugna. Ossia, perde il diritto di lamentarsi nel dopo elezioni. Renzi è cattivo? Grillo non si allea? Salvini è razzista? Berlusconi è Berlusconi? Hai scelto di non […]
Cultura - 31 maggio 2015

Stefano Liberti, fra reportage e giornalismo d’inchiesta. Ti prende a schiaffi e poi ti accarezza

Anton Checov, parlando del reportage giornalistico, scrisse che il vero reporter non è colui che informa e si informa attraverso un’intervista, ma colui che parla con chi incontra lungo la strada, colui che si inserisce all’interno dell’ambiente che intende raccontare. In questo senso, ogni buon reportage giornalistico è una doppia forma di viaggio: quello geografico, […]
Società - 18 maggio 2015

Milano, cancellato il murale di Pao: l’ideologia del decoro e il senso di falsa autorità

Sono rimasto molto colpito da un fatto apparentemente minore, accaduto pochi giorni fa a Milano. In zona Parco Sempione, in via Cesariano, sabato mattina sono intervenute le squadre di volontari di “Bella Milano”, coinvolte nel lodevole progetto di ripulire la città dopo la calata degli unni del blocco nero, che non è un nuovo popolo […]
Mondo - 9 maggio 2015

Elezioni Uk 2015, in mostra pregi e difetti del sistema elettorale britannico

Lasciando con un palmo di naso tutte le case di sondaggi e gli analisti del Regno Unito (compreso il sottoscritto), il leader del Partito Conservatore inglese, David Cameron, ha stravinto le elezioni politiche conquistando addirittura la maggioranza assoluta dei seggi (36,9% del voto popolare e 326 seggi su 650, pari al 50,15% dei seggi) e […]
Politica - 30 aprile 2015

Italicum 2: perché la fiducia è un errore, o la rivincita dei lillipuziani

Al contrario di altri opinionisti di questo giornale, non penso male della riforma elettorale denominata Italicum, che faremmo meglio a chiamare Italicum 2 dal momento che l’attuale progetto è alquanto differente da quello originario, ed è ora simile alla legge che adoperiamo per eleggere i sindaci. Le principali differenze fra le due versioni le ha […]
Società - 21 aprile 2015

Naufragio migranti, più di 900 morti e un imperativo morale: essere umani

Io non ho ancora mai visto il corpo di un defunto. Il Caso fino a oggi è stato gentile: mi ha risparmiato di dover assistere agli ultimi istanti di vita di qualcuno. Persone care, in certi casi carissime, sono morte o si sono suicidate intorno a me. Ma io, per una mera questione di Caso, […]
Cultura - 10 marzo 2015

‘Nella casa di vetro’ di Giuseppe Munforte: se il voyeur mi diventa lirico

‘Nella casa di vetro’, di Giuseppe Munforte, appartiene a quel genere di romanzi che non fanno prigionieri e spaccano il pubblico in due fazioni: innamorati persi e chi lancia il libro contro il muro, applicando una delle indimenticate leggi di Calvino. Ammetto che se non avessi dovuto scrivere questa recensione, io sarei rientrato nella seconda […]
Cultura - 6 marzo 2015

Luciano Canfora, ‘1914’: una chiacchierata radiofonica sulla Grande Guerra

Prendete un filologo classico e un umanista a tutto tondo: Luciano Canfora. Mettetelo davanti a un microfono radiofonico “alle 8 della sera“, quale il nome della famosa trasmissione di Radio Due e anche della omonima collana di Sellerio. Chiedetegli di spiegare in poche parole semplici alcuni episodi chiave della storia contemporanea. La trascrizione di quel […]
Cultura - 27 febbraio 2015

Sinistra perduta: ‘La Diaspora’, il nuovo libro di Alessandro Gilioli

Il tipico difetto di quelli che sono chiamati instant book, ovvero la saggistica del momento, di solito scritta da giornalisti, è che pochi giorni dopo la loro pubblicazione risultano già vecchi e superati. Ne La Diaspora. Dov’è oggi la Sinistra italiana, scritto dal collega de L’Espresso, blogger e social media junkie Alessandro Gilioli, questo difetto non […]
Cultura - 18 febbraio 2015

Anni di Piombo: in ‘Sia folgorante la fine’, Valerio Verbano vive

Nel salotto di casa nostra possono accadere ogni giorno mille situazioni diverse. Situazioni che, per convenzione, chiamiamo “domestiche” e ci conducono a pensare a piccoli e grandi fatti quotidiani, che parlano di famiglia, d’affetto, di  liti da niente, al limite di solitudine davanti alla tv. Il salotto della maggior parte delle case degli italiani, verso […]
Impresentabili, ma votati: da Lady Mastella a Cesaro jr, i boom in lista
Elezioni Regionali 2015: cosa ci insegnano? Un’analisi controcorrente

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×