/ / di

Silvia D’Onghia Silvia D’Onghia

Silvia D’Onghia

Giornalista

Barese di nascita, migrante di adozione. Mi sono laureata in lettere classiche a Bologna (studiando la mattina, insegnando danza di pomeriggio!) e ho cominciato a fare la giornalista in una tv di Modena. Sono passata presto alla carta stampata, per i quotidiani locali di Modena e Rovigo che uscivano in tandem con La Stampa, occupandomi di cronaca nera e giudiziaria. Ricordo ancora che il primo giorno, dopo aver dovuto cercare la foto di un ragazzo morto in un incidente stradale, tornai a casa rimpiangendo di non aver continuato a fare la ballerina. E invece poi la cronaca è diventata il mio pane, la mia passione. Nel 2002 sono approdata a Roma, dove ho curato per un anno l’ufficio stampa di un’associazione che si occupa di bambini sordi. Per sei anni, poi, ho lavorato in radio, prima per un’agenzia di stampa radiofonica, poi per la storica Radio Città Futura, dove ho condotto per un anno un programma pomeridiano. Nell’estate scorsa, la chiamata della vita (o così, almeno, mi auguro che sia).

Articoli Premium di Silvia D’Onghia

Storia di Copertina - 28 agosto 2017

Vaccini obbligatori, quando una X ti salva la patria potestà

La salvezza arriva sotto forma di una X sul sito del ministero. Come il pareggio decisivo che ti fa vincere alla schedina, mettendo fine a mesi di ansia e confusione per non sapere cosa ne sarà addirittura della tua patria potestà – almeno fino a quando è durata la minaccia –, in una lotta contro […]
Cultura - 27 agosto 2017

“Non si legge tutto, ma se vuoi fare lo scrittore studia i classici”

“È necessario leggere tutto un autore? No. È possibile leggere tutta la letteratura? No. Però se vuoi fare questo mestiere, hai un obbligo: leggere il più possibile. Bisogna studiare, perché nessuno nasce imparato”. Antonio Pennacchi non è uno che va troppo per il sottile. Premio Strega nel 2010 con Canale Mussolini, una vita (o quasi, […]
Cronaca - 21 agosto 2017

La cellula, l’imam e la maxirete jihadista tra Belgio e Marocco

Quattro detenuti, cinque morti, tre dispersi, due dei quali potrebbero però trovarsi sotto le macerie della villetta esplosa ad Alcanar. A quattro giorni dall’attentato che ha riportato il terrore nel cuore dell’Europa, con la morte di 14 persone – è di ieri la notizia che Julian, il bambino australiano che sembrava essere stato ritrovato in […]
Società - 18 agosto 2017

“Ti amo”, e ti abbiamo persino perdonato

“È una farfalla che muore sbattendo le ali / l’amore che a letto si fa / prendimi l’altra metà / oggi ritorno da lei”. Alzi la mano (va bene pure in anonimato) chi di noi non ha mai canticchiato questi versi… Un vero tormentone nell’estate 1977, esattamente 40 anni fa, quando Umberto Tozzi aveva 25 […]
Cronaca - 31 luglio 2017

Aborto, la crociata vinta dai primari cattolici

A mettere nero su bianco che esiste un enorme problema per le donne è la stessa Regione Lazio, nel rapporto annuale sull’aborto stilato nel novembre 2016, ma relativo al 2015: “Aumentano i tempi d’attesa tra data della certificazione e data dell’intervento (39,4% oltre i 14 giorni)”: forse perché “il confronto fra Asl territoriale di effettuazione e […]
Cultura - 27 luglio 2017

L’importanza di essere Fuksas. Elisa, la scrittrice “figlia di”

“Subito dopo aver scritto questo libro, è morto il cane di mio padre. Era giovane ed è stato un incidente: ho aperto una porta, come mi aveva chiesto mia madre, pur avvertendo qualcosa di negativo. In quella circostanza ho capito che non devo ascoltare più nessuno”. Elisa Fuksas è al suo secondo romanzo, Michele, Anna […]
Società - 26 luglio 2017

Cronache romane: donne appese allo stendipanni

Roma, 1955, cortile interno: una strepitosa Franca Valeri (Cesira) urla come una matta perché è rimasta appesa nel vuoto al montante della tapparella nel tentativo di sbirciare il vicino di casa. Sarà la cugina Agnese (Sophia Loren, all’apice della sua bellezza) a salvarla trascinandola in casa. Il film si chiama – in molti lo ricorderanno […]
Cultura - 20 luglio 2017

“I film nascono nella doccia”

“Leo Benvenuti divideva i comici in trombanti e non trombanti e per lui Carlo non lo era. In Italia trombanti – tolti Troisi e Nuti – ce ne sono pochi. Era la mia sfida: rendere Verdone un comico trombante”. Nicola Guaglianone sta per partire: Los Angeles, Hawaii, Las Vegas. Ormai è uno sceneggiatore di punta: […]
Cultura - 7 luglio 2017

“La musica è cambiata: chi non si adegua è antico”

“La prima considerazione da fare è che le nuove generazioni hanno riscoperto la qualità e fondono insieme il vecchio e il nuovo. E poi questa è la dimostrazione che c’è spazio per tutto”. Andrea Rosi, presidente e Ceo di Sony Music Italia, sa che il vinile è una partita ancora tutta da giocare. Qualche giorno […]
Italia - 4 luglio 2017

“Una vera vergogna che non l’abbiano capito fino in fondo”

“Di lui rimarrà la maschera che ha creato, che è universale. Ed è una vergogna che qui in Italia non l’abbiano capito”. Milena Vukotic fa lunghe pause, pesa le parole, una per una. Ma non ne risparmia nessuna. Sono passate poche ore dalla morte di “Paolo” e il telefono continua a squillare: nell’immaginario di molti […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×