/ / di

Silvano Agosti Silvano Agosti

Silvano Agosti

Regista e scrittore

Dopo aver viaggiato giovanissimo per l’Europa in autostop, e in seguito in tutto il medio oriente e l’Africa del Nord, ho frequentato dal 1960 il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma diplomandosi nel 1962. Il suo corto La veglia è stato premiato con il Ciak d’oro (come migliore allievo) dal Presidente della Repubblica. Con la borsa di studio ottenuta grazie a questo premio, ho scelto di andare a Mosca presso l’istituto statale di cinema dell’Unione Sovietica per la specializzazione in montaggio, studiando contestualmente l’opera di Ejzenstejn. Dopo aver collaborato alla sceneggiatura, ai dialoghi e al montaggio (sotto lo pseudonimo di “Aurelio Mangiarotti”) nonché alla realizzazione del commento musicale insieme a Ennio Morricone su incarico di Bellocchio per il film I pugni in tasca, nel 1967 ho esordito nella regia cinematografica con il lungometraggio Il giardino delle delizie, film che a sua volta si avvale delle musiche di Ennio Morricone.
Il giardino delle delizie fu invitato da una commissione composta da Fritz Lang, Jhon Ford, Jean Renoir e Monte Hellman all’Expo universale di Montreal come uno dei dieci migliori film prodotti nel mondo in quell’anno, nonostante la censura cui fu sottoposto in Italia. Negli anni della contestazione documenta i movimenti giovanili romani, poi raccolti nella videoantologia Riprendiamoci la vita. Dopo aver realizzato NP il segreto (1970), con Irene Papas e Francisco Rabal, convinco Nicola Piovani a intraprendere la via di compositore del commento musicale cinematografico. Sono testimone della resistenza greca e nel 1973 ho realizzato ad Atene Altri seguiranno, prodotto dalla televisione svedese che taglia il finale. Nel 1974 ho girato a Brescia un documentario sulla Strage di piazza della Loggia.
Nel 1983 termino D’amore si vive, “ricerca sulla tenerezza, la sensualità e l’amore” compiuta a Parma nell’arco di due anni. Come produttore, ho poi fondato la casa di produzione 11 marzo Cinematografica (oggi Edizioni l’Immagine), cooperativa che produrrà tutti i suoi film, che vengono tutti invitati al festival internazionale di Venezia (Quartiere in concorso nel 1986). Sul piano dell’attività letteraria, ho firmato diversi romanzi e testi di poesia. Fanno parte della mia produzione: L’uomo proiettile (candidato al Premio Strega), Il cercatore di rugiada (candidato al Premio Strega), Uova di Garofano, La ragion pura, Il giudice, La Vittima, L’assassino, Il semplice oblio (candidato al Premio Strega), Lettere dalla Kirghisia, Il ballo degli invisibili; la trilogia poetica Nuvole, Incanti, L’estro armonico; i racconti Chiaro di luna e i manuali Breviario di cinema, “Come realizzare un film senza denaro o per capirci meglio senza spendere neppure un euro”.
Nei miei film preferisco non avvalermi di una troupe tradizionale [2] e occuparmi personalmente della maggior parte dei ruoli produttivi, inclusi fotografia e montaggio, nella convinzione che un cineasta debba supervisionare tutti gli aspetti della creazione di un’opera per evitare che l’idea originale venga compromessa dall’intervento di troppe persone. Attualmente lavoro come proiezionista presso il cinema da lui gestito. Da tre anni ho fatto domanda ufficiale all’Unesco e alle Nazioni Unite chiedendo che l’Essere Umano venga proclamato Patrimonio dell’umanità.

Blog di Silvano Agosti

Società - 19 agosto 2017

Il mio schermo di nubi bianchissime grande come il cielo

Certo, interessandomi per tutta la vita di cinema ne ho attraversate di situazioni incredibili, ho incontrato personaggi paradossali, ma quello conosciuto in un piccolo borgo della toscana qualche giorno fa supera di gran lunga ogni immaginazione. Un minuscolo sentiero che sale su una collina, coperta da un perfetto manto verde di erba appena tagliata, un […]
Società - 12 agosto 2017

Non ferisce cadere nell’universo 

Capita abbastanza spesso di incrociare un amico netturbino, oggi definito “operatore ecologico dell’Ama”, dove per Ama non si intende la seconda persona dell’imperativo del verbo amare, ma semplicemente l’azienda che si occupa dei rifiuti a Roma. Così ho conosciuto Gino che ha il compito di radunare miriadi di rifiuti che i cittadini di Roma sistematicamente […]
Società - 5 agosto 2017

La pulitrice di vetri dalla bellezza perfetta

Ieri per la prima volta ho trovato un inspiegabile traffico al crocicchio fra via Baldo degli Ubaldi e via Candia. Innanzitutto va detto che nei mesi di luglio e agosto Roma diviene per incanto una città non solo vivibile ma graziosa, e i suoi millenari misteri sgorgano innumerevoli nella città quasi deserta tra vecchie mura […]
Società - 29 luglio 2017

Succo di mirtilli

Incontro Ilaria e il suo volto, devo dire, è così luminoso che, se il sole si spegnesse all’improvviso, nessuno se ne accorgerebbe. “Che ti succede Ilaria, che origine ha lo splendore che ti rischiara l’anima?” Ilaria prima di rispondere sorride, e la luce nel suo sguardo diviene anche più intensa. “E’ un segreto … Se […]
Società - 22 luglio 2017

La vita in fumo

Ho visto un paio di giovanotti arrancare sulle scale. Trasportavano con gran fatica una pesante bombola di ossigeno. L’ossigeno è stato ordinato dal medico, per salvare in extremis l’inquilino del terzo piano da un collasso cardiocircolatorio con gravi complicazioni polmonari. E’ un anziano. Esce a passeggio tutti i giorni alla stessa ora, camminando a fatica, […]
Società - 15 luglio 2017

Le pareti trasparenti viste dalla collina

Da qualche giorno sono ospite di una casa sulla collina, che consente di vedere il panorama dell’intera città. Mi è tornato il desiderio di un gioco che facevo da ragazzo: immaginare d’improvviso che le pareti delle case diventino trasparenti, consentendo di vedere le persone che vi abitano, seguire i loro gesti e indovinare le loro parole. […]
Società - 8 luglio 2017

La storia del vecchio sarto e del segreto per l’abito perfetto

“Non puoi immaginare l’emozione che provo, ogni volta che taglio una stoffa”. Raul, il vecchio sarto del quartiere, ha il negozio in via Leone IV e un manichino nuovissimo fa la guardia all’ingresso. Del resto, da una diecina d’anni la sua bottega è sempre vuota, ma lui ogni giorno alle otto e trenta in punto […]
Società - 1 luglio 2017

Cerco in me la donna

“Percorro incredula il territorio dell’inspiegabile, chiedendomi ogni giorno: questa è dunque la mia vita? L’occasione della vita è una, unica e sola nell’intero percorso dell’eternità, come posso identificarla con questa mia prigionia, in un piccolo appartamento della grande città, dove trascorro quasi tutto il mio tempo, in un vero e proprio ergastolo, privo di carcerieri? […]
Giustizia & Impunità - 24 giugno 2017

Strage di piazza della Loggia, lettera agli innocenti

Caro Manlio Milani e cari amici, crudamente coinvolti negli eventi relativi alla strage del 1974. Vi devo confessare che mi sono sentito offeso, a nome e per conto anche dei nostri cari amici morti, e ho provato un senso di profondo stupore per le diffuse reazioni di soddisfazione genericamente sbocciate per la “condanna” dei cosiddetti […]
Società - 17 giugno 2017

Una cresta indomabile, una testa indomabile

“Ti prego di fare un salto a casa mia, con urgenza”. Ho trovato sotto la soglia della porta di casa un biglietto della vedova che abita al terzo piano. Sono sceso immediatamente. La vedova ha gli occhi arrossati dal pianto ma sorride, contenta del mio arrivo. Fa cenno di seguirla. La casa è immersa in […]
Terrorismo, solo il pensiero eretico lo sconfiggerà
Metti un sabato d’agosto a Roma e un uomo a terra

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×