/ / di

Riccardo Orioles Riccardo Orioles

Riccardo Orioles

Giornalista

Riccardo Orioles (Milazzo, 22 dicembre 1949) è un giornalista italiano, punto di riferimento nel panorama delle firme giornalistiche in Sicilia, impegnato a contrastare la mafia e la corruzione. Alcune delle sue inchieste più notevoli riguardano i rapporti tra mafia e massoneria.

Siti internet: www.isiciliani.itwww.ucuntu.org

Blog di Riccardo Orioles

Cronaca - 29 giugno 2014

Grande Guerra: come far saltare in aria un Mondo

Guerre. Perché è scoppiata la Prima Guerra mondiale? Più ci studio, e più mi rendo conto che in realtà non è riuscito a capirlo ancora nessuno. Le ipotesi più coerenti, ai due estremi, sono quella di Nicola Lenin e Winston Churchill. Il primo era convinto che i capitalisti dovessero prima o poi scatenare una guerra […]
Politica - 8 giugno 2014

Lista Tsipras: ora bisogna correre più veloci della Spinelli

Alla fine, i malvagi “partitini” si sono comportati responsabilmente, con serietà e con moderazione (forse anche troppa), mentre i famosissimi “garanti” non hanno garantito un bel niente: dall’ottimo Camilleri, incazzato perché non abbiamo messo in lista la Sonia Alfano alla nobile Spinelli “Decido-Io”. Vabbé. Tutto sommato, abbiamo mandato una parlamentare in Europa, e siamo riusciti […]
Media & Regime - 25 aprile 2014

I Siciliani, il cammino dell’altra Italia

Medioevo sociale: re inutili, saccheggi e orde di feudatari imperversanti. E il popolo, gli ex cittadini? La politica, veramente, non conta più tanto in Italia, non almeno nel senso “occidentale” del termine: ormai è la finanza a sostituirla e lei sopravvive appena in qualche personaggio-macchietta e in qualche raffazzonato proclama. L’economia, a sua volta, è […]
Cronaca - 28 febbraio 2014

Messina, il prefetto del Re e la cultura vietata

Il Teatro Pinelli di Messina equivale, in Sicilia, al Teatro Valle di Roma. In Sicilia, però, fare teatro e cultura, e denunciare le speculazioni, è molto più difficile che a Roma. In poco più di un anno, i ragazzi del teatro Pinelli sono stati scacciati due volte (con relative denunce) dai luoghi abbandonati che avevano […]
Diritti - 11 febbraio 2014

Olimpiadi: il coming out che sconvolge ‘l’ekumene’

Montano le polemiche a pochi giorni dall’apertura dei Giochi della XXIV Olimpiade, segnati ormai irrimediabilmente da tematiche (diritti civili, rapporti di coppia “irregolari” ecc.) che hanno finito per travolgere anche quello  che fino a qualche anno fa era semplicemente  un momento d’incontro fra sportivi e di relax per il pubblico e anche un momento di […]
Cronaca - 4 gennaio 2014

Pippo Fava, trent’anni dopo: chi sono oggi i suoi ragazzi

Ahimè – dice lo specchio –  non sei più un “ragazzo di Fava” ma un anziano signore un po’ imbranato che sale le scale a fatica per via del sovrappeso. E come si chiamava quel giudice? Te lo ricordi ancora? Giornalista antimafia? Ma a chi vuoi darla a bere? Ma i ragazzi di Fava ci […]
Media & Regime - 8 dicembre 2013

Libertà di stampa: Grilli, merli e uomini veri

Francesco Merlo, insultato da Grillo, “gli ultimi elenchi di giornalisti, – risponde – le ultime schedature di obiettivi sensibili, le hanno fatte in Italia quelli che poi, dopo qualche anno, aspettarono in via Solferino Walter Tobagi. E, a ritroso, i camorristi che inseguirono la Mehari di Giancarlo Siani e i mafiosi che pedinarono Pippo Fava…“. Momento. A noi […]
Politica - 27 novembre 2013

Decadenza Berlusconi, immaginario arresto di un pregiudicato

Mattinale. Movimentato arresto di un pregiudicato oggi ad Arcore (Brianza). Una pattuglia di carabinieri si è presentata all’abitazione del pregiudicato S.B. per accompagnarlo al carcere in ottemperanza all’ordine del Tribunale, ma una piccola folla di parenti, amici e “soci” del pregiudicato ha circondato l’autovettura inveendo e lanciando oggetti. I militari, dopo un vano tentativo di […]
Diritti - 11 novembre 2013

Lampedusa: volenterosi carnefici

Il primo Campo di Concentrazione tedesco fu aperto a Dachau mercoledì 22 marzo 1933. “Abbiamo preso questa decisione – annunciò il capo della polizia Himmler – per la tranquillità del popolo e secondo il suo desiderio”. Vi venivano rinchiusi, senza processo, mendicanti, vagabondi, zingari, oppositori, omosessuali e altri “elementi asociali”, e poi persone considerate dalle […]
Giustizia & Impunità - 18 settembre 2013

Un giudice a Berlino

Catania, Palazzo di Giustizia: non proprio, nei decenni passati, il pool antimafia di Falcone e Borsellino. Però da qualche tempo c’è un nuovo Procuratore, non molto amato dai notabili catanesi… Dovete immaginare il vostro corrispondente che marcia verso il Palazzo di giustizia nel pieno dell’estate catanese, asciugandosi di tanto in tanto il sudore col fazzoletto […]
Strage di Viareggio, Agenzia sicurezza: “Situazione migliore, ma l’anti-svio non c’è”
Papa Francesco torna dopo indisposizione. Battuta sulla tomba dei papi

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×