/ / di

Roberto Marchesi Roberto Marchesi

Roberto Marchesi

Politologo, studioso di macroeconomia

Sono giornalista per caso ma polemista per natura, caratteristica che emerge spesso nei miei scritti. Ho cominciato a scrivere articoli solo dopo il mio trasferimento in Texas nel 2008. Ora ho la doppia cittadinanza, ma sono nato a Milano dove ho anche condotto tutti i miei studi e la mia vita lavorativa, occupandomi per diversi anni di analisi economico-finanziarie per la concessione dei mutui alle imprese per un importante Istituto di Credito Speciale milanese. Questa precedente attività, vista ora da più vicino e con le maggiori possibilità offerte dallo sviluppo dei sistemi di comunicazione, mi ha consentito di analizzare da una posizione privilegiata i fenomeni della globalizzazione che, in mancanza di adeguata regolazione da parte dei governi, finiscono col generare enormi squilibri nell’economia dei paesi industrializzati, distruggendo il “welfare” degli Stati più evoluti, e ampliando la distanza tra i livelli di distribuzione del reddito. Seguo perciò attentamente gli scritti di diversi tra i maggiori economisti del mondo (Krugman, Stiglitz, Sen e altri) e scrivo a mia volta articoli, sostanzialmente a carattere macroeconomico, dove cerco di cogliere le devianze che l’eccesso di liberismo economico produce sullo standard di vita delle popolazioni, con un occhio particolare, ovviamente, a ciò che avviene sia nella mia patria d’adozione che nella mia patria di origine, mettendo spesso a confronto i due sistemi.
Ho scritto due libri, uno in italiano (con lo pseudonimo Marc Robertson) e uno in inglese (con l’amica Luisa Castelli). Ho scritto e scrivo tuttora molti articoli per diversi notiziari online e per il quotidiano “Rinascita”, ottenendo premi e riconoscimenti letterari. Per queste attività e per l’assiduo volontariato svolto, sono stato insignito nel 2007 dal presidente Napolitano con l’onorificenza della “Stella della Solidarietà”.

Blog di Roberto Marchesi

Elezioni USA 2016 - 14 ottobre 2016

Elezioni Usa 2016, Trump ha sconfitto la democrazia. E ormai è a un passo dal potere

Sono (anche) cittadino americano quindi tra meno di un mese sarò chiamato anch’io a esprimermi in favore di questo o quel candidato decidendo, anche col mio voto, chi assumerà il diritto di occupare per 4 anni la Casa Bianca e dal lì governare non solo gli americani ma in buona misura anche il mondo intero. […]
Politica - 5 ottobre 2016

Renzi è un genio ma ora deve fermarsi un attimo e riflettere

Chi legge i miei scritti politici, ultimamente molto critici verso l’operato del presidente del Consiglio, sa già che, anche se lo critico duramente, ho una vera ammirazione per le grandi capacità e l’acuta intelligenza di Matteo Renzi, che unisce ad una immensa memoria, velocità decisionali paragonabili a quelle di un super-computer. Unendo a tutto questo […]
Zonaeuro - 25 settembre 2016

La deflazione è globale. Una risposta a chi pensa che in fondo non sia un male

Il territorio (macroeconomico) che stiamo attraversando è assolutamente inesplorato. Siamo in piena deflazione globale, e la deflazione porta con se la depressione. Cos’è la deflazione? Detto in modo molto semplicistico è il fenomeno dei prezzi che scendono invece che salire. Molti penseranno che non è un male, fino all’altro ieri ci hanno riempito la testa sul pericolo dell’inflazione, quando i […]
Referendum Costituzionale - 13 settembre 2016

Matteo Renzi, ‘Il Principe’. Come è cambiata l’arte di governare in 500 anni

Non è che occorra fare grandi sforzi per individuare chi è stato, storicamente, il più grande di tutti nell’arte di governare. Machiavelli lo conoscono e lo studiano in tutte le Università del mondo. E’ vero che chi lo imita spesso non governa in prima persona (come del resto lui stesso), ma le tecniche e le […]
Politica - 8 settembre 2016

Renzi e Mussolini, un confronto

Il nostro incomparabile numero uno governativo non manca occasione di lamentare la farraginosa lentezza del nostro sistema politico-legislativo che gli procura tanti affanni nella sua premura di governare l’Italia. Si sa che lui attribuisce alla mancanza di potere e di continuità dei governi italiani la causa principale delle crisi che affliggono il nostro sistema istituzionale, vediamo […]
Economia & Lobby - 2 settembre 2016

Usa, perché la Federal Reserve non si decide ad alzare i tassi?

Negli Usa la crisi è finita già da almeno un anno, cosa aspetta dunque la Federal Reserve a rialzare un poco il tasso di riferimento, che spingerebbe finalmente all’insù anche un po’ di inflazione ridando finalmente fiato anche al mercato del risparmio obbligazionario? La domanda è molto intrigante, provate a farla a qualcuno di vostra conoscenza […]
Economia & Lobby - 14 agosto 2016

Helicopter money /2 – La strategia monetaria che può far ripartire l’Europa

Leggi la prima parte dell’articolo qui Non tutte le crisi di liquidità sono uguali. Il duo Bernanke-Paulson sbagliò bersaglio. Quella manovra aiutò i cittadini (che non ne avevano bisogno, dato che spendevano già troppo a causa dei fidi facili di banche e carte di credito) e non aiutò abbastanza le banche, che invece a causa […]
Economia & Lobby - 13 agosto 2016

Helicopter money /1 – La strategia monetaria che può far ripartire l’Europa

Helicopter money, ovvero banconote vere lasciate cadere a terra da un elicottero in volo sopra ad una città. E’ la rappresentazione figurata che il celeberrimo economista Milton Friedman ha usato nel 1969 per spiegare la sua teoria monetaria volta ad arrestare i gravi effetti deflazionistici originati da pesanti crisi finanziarie specialmente quando sono accompagnate da […]
Zonaeuro - 1 agosto 2016

Banche, Monte dei Paschi? Addio

Questo post è nella sostanza il seguito di quello della settimana scorsa dove anticipavo in gran parte quello che ora, dopo l’esito degli “stress test” sulle banche (che mettono il Montepaschi al primo posto in Europa tra le grandi banche a rischio), appare come la strada “obbligata” del governo per salvarlo dalla bancarotta. Già in […]
Zonaeuro - 24 luglio 2016

Banche, attenti risparmiatori! Contro il ‘Too bad to fail’ le soluzioni sono oscene

I diktat della direttiva europea Brrd (Bank Recovery and Resolution Directive, del 2014) e la pasticciata gestione assunta in conseguenza dal nostro governo per intervenire sulle banche considerate a rischio default, hanno portato ad una situazione che di fatto trasforma il famoso assunto del “Too big to fail” (troppo grande per fallire) sulle banche in […]
Elezioni Usa 2016, peggio di Trump c’è solo la Clinton
Wikileaks, Hillary Clinton: “Ho sentito uomini adulti piangere”. E imita la voce di Berlusconi

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×