/ / di

Remo Bassini Remo Bassini

Remo Bassini

Giornalista e scrittore

Sono nato a Cortona (Arezzo) nel 1956, vivo a Vercelli. Prima dei trent’anni ho fatto di tutto: operaio, portiere di notte, universitario disoccupato, correttore di bozze. Nel 1988 sono stato assunto al giornale La Sesia di cui sono diventato direttore, dal 2005 al 2014.

Ho anche collaborato con L’indipendente di Daniele Vimercati e per Il Corriere Nazionale.

Nel 2014 sono entrato in consiglio comunale (per Sel) e sono stato assessore all’Ambiente del Comune di Vercelli per oltre un anno, lasciando un piccolo segno: niente più fitofarmaci in città, niente più prodotti chimici per la lotta contro le zanzare.

Sono tornato a scrivere, ma continuo a occuparmi di ambiente, con particolare riferimento all’agricoltura biologica e naturale, e all’alimentazione vegana e macrobiotica.

Ho pubblicato: Dicono di Clelia, Mursia; Lo scommettitore, Fernandel; La donna che parlava con i morti Newton Compton; Bastardo posto e Vicolo del precipizio entrambi per Perdisa Pop; Buio assoluto, Historica; Vegan. Le città di Dio, Tlon; La notte del santo, Time crime Fanucci

Articoli di Remo Bassini

- 4 maggio 2012

Lo chiamavo fascista, poi diventai adulto

L’età adulta porta a riconsiderare le opinioni giovanili, mettendo in crisi le opinioni consolidate e rifuggendo gli stereotipi. Una prova me l’ha offerta, ignaro, Indro Montanelli. Noi, giovani liceali sessantottini, allora lo rifuggivamo con altezzosa tracotanza, dedicandogli convinti l’epiteto di fascista. Negli ultimi tempi ho deciso di rispolverare il mucchio di sue Storie acquistate con […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×