/ / di

Marco Travaglio Marco Travaglio

Marco Travaglio

Direttore de Il Fatto Quotidiano e scrittore

Marco Travaglio ha lavorato con Indro Montanelli, prima a «il Giornale» e poi a «La Voce». Ha collaborato con diverse testate, fra cui «Sette», «Cuore», «Il Messaggero», «Il Giorno», «L’Indipendente», «Il Borghese», «la Repubblica» e «l’Unità». Oggi, oltre a collaborare con «l’Espresso», «MicroMega», «A» e con Servizio pubblico di Michele Santoro, è direttore de «il Fatto Quotidiano», che ha contribuito a fondare nel 2009.

Dopo il successo di Promemoria, Anestesia totale, E’ Stato la mafia, Slurp – Lecchini, Cortigiani & Penne alla Bava, è in scena nei teatri italiani con Perché No, insieme a Giorgia Salari.

È autore di molti libri di successo, tra i quali: L’odore dei soldi (con Elio Veltri, Editori Riuniti 2001), Regime (con Peter Gomez, Rizzoli-Bur 2004), Per chi suona la banana (Garzanti 2008), Colti sul fatto (Garzanti 2010). Per Chiarelettere ha pubblicato: “Mani sporche” (con Pter Gomez e Gianni Barbacetto, 2007), “Se li conosci li eviti” (con Peter Gomez, 2008), “Il bavaglio” (con Peter Gomez e Marco Lillo, 2008), “Italia Annozero“, (con Vauro e Beatrice Borromeo, 2009), “Papi. Uno scandalo politico“, (con Peter Gomez e Marco Lillo, 2009), “Ad personam” (2010), Silenzio, si ruba (dvd+libro, 2011), “Mani pulite. La vera storia vent’anni dopo” (con Gianni Barbacetto e Peter Gomez, 2012), “BerlusMonti(Garzanti, 2012), “L’illusionista. Ascesa e caduta di Umberto Bossi” (con Pino Corrias e Renato Pezzini, Milano, Chiarelettere, 2012), “Viva il Re!(Chiarelettere, 2013), “È Stato la mafia (Chiarelettere, 2014), “Slurp. Dizionario delle lingue italiane” (Chiarelettere, 2015), “Perché NO” (Paper FIRST, 2016),

Articoli Premium di Marco Travaglio

Editoriale - 28 luglio 2017

Primum Vivendi, deinde philosophari

Flavio Cattaneo non mi è mai stato particolarmente simpatico. L’ho attaccato duramente nel 2004, quand’era Dg della Rai berlusconiana che chiuse Raiot di Sabina Guzzanti (Rai3) dopo una sola puntata dedicata ai conflitti d’interessi di B., anche se poi si scoprì che il programma stava quasi più sulle palle alla sinistra che alla destra (il […]
Editoriale - 27 luglio 2017

Ri-mafia Capitale

Tale era il sollievo nell’apprendere dalla sentenza sull’ex Mafia Capitale che mai i mafiosi violarono il sacro suolo del Campidoglio, che l’altroieri i consiglieri di tutti i gruppi (eccetto quello pentastellato della sindaca) hanno disertato l’aula mentre Virginia Raggi insigniva il pm antimafia Nino Di Matteo della cittadinanza onoraria di Roma. Forse per non rendersi […]
Editoriale - 26 luglio 2017

Sorrisi e furboni

Nella sinistra italiana, specializzata in dibattiti inutili, polemiche oziose e batracomiomachie nominalistiche pur di non andare mai alla sostanza delle cose, c’è grande fermento a proposito dei sorrisini, delle smancerie, dei baci e degli abbracci che si sono scambiati, alla festa della fu Unità di Milano, la sottosegretaria pidina Maria Elena Boschi e il fondatore […]
Editoriale - 25 luglio 2017

Horror culi

Sta tornando. Non è ancora ufficiale, ma è quasi fatta. Paolo Bonaiuti, in arte Polentina per quel gatto giallastro che porta sul capino, sta per essere riaccolto nella casa del Papi. Il rientro in FI, dolorosamente abbandonata per Ncd nel 2014 dopo 18 di disonorato servizio, è questione di giorni. Forse di ore. Lui, in […]
Ma mi faccia il piacere - 24 luglio 2017

Ma mi faccia il piacere

Testa di duce. “Mi hanno regalato una bellissima testa del duce in legno, la tengo sul comodino e non me ne vergogno!” (Daniela Santanchè, deputata FI, L’aria che tira, La7, 14.7). Dopo Sallusti, vale tutto. Il suo nome è Nessuno. “Vicenza Consip, Lotti interrogato ai pm: ‘Non informai nessuno’” (Il Messaggero, 15.7). Quindi informò Renzi. […]
Editoriale - 23 luglio 2017

Due pm e due misure

Ingenui come siamo, ci eravamo fatti l’idea che i pm non potessero parlare dei loro processi né interferire nel lavoro dei giudici. Infatti ieri abbiamo letto con sgomento l’Intervista Unica della Procura Unica al Giornalone Unico sulla (anzi, contro la) sentenza sull’ex Mafia Capitale. E ci siamo detti: oddio, adesso il Pg della Cassazione o […]
Editoriale - 22 luglio 2017

Ladro è bello

Evviva, erano solo ladroni! Evviva, non erano anche mafiosi! Evviva, a Roma la mafia non c’è! Erano tutte calunnie contro la nostra bella Capitale morale! E ora, per favore, fuori dai coglioni quei pericolosi incensurati dei 5 Stelle! Aridatece i puzzoni che, poveretti, si limitavano a rubare! Uno legge i titoli e gli articoli di […]
Editoriale - 21 luglio 2017

Tutto chiaro

Ieri, appresa con comprensibile sgomento la notizia che il ministro Enrico Costa si era dimesso, gli italiani hanno scoperto che Enrico Costa era ministro, anche se non hanno capito bene di cosa fosse ministro né soprattutto chi diavolo sia Enrico Costa. Siccome i bene informati spiegano che è stato il premier Paolo Gentiloni a indurlo […]
Editoriale - 20 luglio 2017

Autobomba e autostrage

Anche nel 25° anniversario delle stragi, come nei 24 precedenti, le commemorazioni per l’assassinio di Paolo Borsellino e della sua scorta hanno seguito un copione diverso, anzi opposto, a quelle di 57 giorni prima per Giovanni Falcone e i suoi angeli custodi. Per Falcone scendono e pontificano regolarmente a Palermo i vertici dello Stato, che […]
Editoriale - 19 luglio 2017

Che bel vedovo

“Che bel vedovo!”, esclama Adolfo Celi alias professor Sassaroli nel film Amici miei Atto II alla vista di Alessandro Haber nei panni del giovane Paolo, raccolto dinanzi alla tomba della moglie Adelina prematuramente scomparsa. Bruciando sul tempo i compari Mascetti, Melandri e Necchi che vorrebbero accaparrarselo, non ammette ragioni: “L’ho visto prima io”. E parte […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×