/ / di

Massimo Brugnone Massimo Brugnone

Massimo Brugnone

Studente, blogger, attivista antimafia

Sono un terrone del nord: nato a Busto Arsizio (VA) da genitori meridionali scappati dalle terre controllate dalla mafia. A 18 anni quella stessa mafia, attraverso una relazione semestrale della DIA, l’ho scoperta essere di fianco a casa. Con alle spalle 15 anni di scoutismo, nel 2007, sotto la guida di Aldo Pecora, ho costituito il Coordinamento lombardo del movimento antimafie “Ammazzateci Tutti” divenendone nel 2009 Responsabile organizzativo nazionale. La passione per il diritto mi ha fatto sbarcare alla facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano dove ho iniziato a collaborare come redattore per il mensile “Vulcano Statale”.

Sempre nel capoluogo lombardo sono stato tra i promotori delle tre edizioni de “La settimana contro le mafie a Milano”, iniziativa nata dopo la bocciatura della giunta Moratti della Commissione comunale antimafia. Organizzatore tra l’altro delle prime edizioni di “Legalitàlia in Primavera” che hanno coinvolto più di 5.000 studenti della provincia di Varese, ho caratterizzato il mio impegno attraverso la denuncia e l’educazione alla legalità. Uno stage a Radio 24 – Il Sole 24 Ore, blogger, una volta riuscito nel ricambio generazionale in Ammazzateci Tutti, ho deciso di trasformare l’impegno antimafia da educativo a politico partendo dal racconto delle realtà associative fino alle proposte di atti amministrativi e legislativi utili al contrasto alla criminalità organizzata.

Il mio sito è www.massimobrugnone.it

Articoli di Massimo Brugnone

Giustizia & Impunità - 12 luglio 2013

Mafia, il Forum legalità e le risposte del Pd Lombardia

Quali sono i mezzi di un partito per contrastare il fenomeno mafioso? E quali mezzi sta mettendo in campo il Partito democratico per farlo? Queste alcune delle domande che ci siamo posti mercoledì sera, in una piovosa sera d’estate alla festa del Pd di Busto Garolfo, dove risiedeva Antonio Esposito, affiliato della ‘ndrangheta di Legnano […]
Giustizia & Impunità - 22 giugno 2013

Giovanni Falcone fango? Espellete Miccoli dalla Figc

Falcone fango? Frequentazioni mafiose? Estorsione? Non sei degno di rappresentare nessuna squadra italiana. Le parole di Fabrizio Miccoli intercettato mentre dà del “fango” al giudice Giovanni Falcone lo pongono nella condizione di colpevole prima ancora di qualsiasi processo. Colpevole di calpestare la storia e la dignità del proprio Paese. Il calcio ed i grandi calciatori […]
Processo Mediaset, se collegio rinvierà udienza la prescrizione sarà congelata
Mafia, chi ha il dovere di parlare

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×