/ / di

Leonardo Coen Leonardo Coen

Leonardo Coen

Giornalista e scrittore

Leonardo Coen, milanese e milanista (non berlusconiano), è tra i fondatori di Repubblica, dopo avere avuto esperienze significative all’Avvenire e al Giorno e avere partecipato alla fondazione del Quotidiano dei Lavoratori. A Repubblica ha alternato l’attività di giornalista politico, cronista, inviato di guerra, giornalista sportivo (ha raccontato quindici Olimpiadi, diciassette Giri d’Italia, alcuni Tour de France, etc.).

Dopo esperienze a Gerusalemme, New York e Londra, è stato corrispondente a Mosca. Ha pubblicato “La morte del maestro: i misteri di casa Guttuso” (1987) e “Il caso Marcinkus” (1991) scritti con Leo Sisti; “Piedi Puliti” (1998) insieme a Peter Gomez e Leo Sisti; “Rossoneri comunque” (2003) e “Putingrad”(2008).

Per Dalai editore ha pubblicato “L’ultima fuga” con Renato Vallanzasca e “Sodoma” (2011) scritto con Paolo Colonnello. Su repubblica.it tiene il blog Blog Trotter, uno dei primissimi generati da un quotidiano italiano.

Articoli Premium di Leonardo Coen

Mondo - 1 ottobre 2017

Indipendentisti sì, ma tanto amici del Cremlino

Tutto è cominciato ad aprile. Quando a Barcellona viene arrestato il programmatore russo Piotr Levashov, 36 anni, su richiesta degli Stati Uniti perché accusato di cyberspionaggio nel caso Russiagate. Che ci faceva in Catalogna questo misterioso hacker, il re dello “spam”, capo del motore spam Kelikhos, creato nel 2010, ex militare ed ex membro di […]
Mondo - 28 settembre 2017

Ciao Schäuble: Merkel prende due piccioni con un “falco”

Come ogni giorno feriale, il temutissimo e rigoroso Wolfgang Schäuble anche ieri si è recato al lavoro, nell’austero ufficio dove per 8 anni ha gestito il Bundesministerium der Finanzen in Wilhelmstrasse, mettendo in fibrillazione mezza Europa, sfidando Stati Uniti e Russia, chiedendo (nel 2105) che la Grecia venisse esclusa dall’euro per 5 anni e fu […]
Mondo - 26 settembre 2017

La “vedova” e il ricatto agli alleati recalcitranti

In qualche bar di Kreuzberg, hanno cominciato a proporre il cocktail “Giamaica”. Il gin lo chiamano Cdu-Csu: va mescolato a foglie aromatiche, dette Grüne; poi si aggiunge un terzo di vodka, marca Fdp, i liberali: non sono contro le sanzioni a Mosca? Necessario versare acqua fredda per abbassare la fiammata populista dell’Afd: lo suggerisce (Kühle […]
Commenti - 25 settembre 2017

La cronaca nera, soprattutto quella spicciola, dell’altra Milano

L’autobiografia della ligéra, come una volta si chiamava la mala meneghina di quartiere, non finisce mai. Milan la cambia, Milano cambia ci dice chi la governa e chi ci vive, però il lupo perde il pelo, non il vizio. Questo capitolo, per esempio, lo potremmo intitolare: “Incastrati dai nomi”. In via D’Agrate, zona Corvetto, c’è […]
Mondo - 25 settembre 2017

Elezioni Germania: Angela IV, i nuovi alleati riottosi e il sacrificio del falco Schäuble

Va tutto storto, deve pensare “Mutti” Merkel, guardando il cielo bigio dal suo grande appartamento davanti al museo di Pergamo. Sotto, sfilano gli atleti della maratona di Berlino. Si sperava nel nuovo record del mondo. Invece il trionfatore Eliud Kipchoge, campione olimpico, impiega 35” di più. Colpa della pioggia e della bassa temperatura. La maratoneta […]
Mondo - 24 settembre 2017

Brutti, antipatici e cattivi: gli ultrà che premiano l’AfD

Ieri l’RB Leipzig ha battuto il Francoforte 2 a 1: il primo gol l’ha segnato al 28’ Timo Werner, attaccante anche della nazionale nonché della Under 21, acquistato dallo Stoccarda per 10 milioni di euro. Il raddoppio è arrivato per merito del francese Jean-Kevin Augustin, al 67’. Gli avversari hanno accorciato 10 minuti dopo. Oltre […]
Mondo - 23 settembre 2017

L’ex fiore all’occhiello della Ddr nuovo cuore nero dei tedeschi

Non esiste luogo più emblematico di Lipsia, per decifrare la complessa personalità di Angela Merkel, che sul suo passato – i 35 anni vissuti nella defunta Germania Orientale prima della caduta del Muro – è abile a depistare tutti. Intanto, per buona pace degli xenofobi che voteranno domani l’Afd, il nome di Lipsia è di […]
Mondo - 22 settembre 2017

Merkel e le affinitità elettive con Lutero: lode al pragmatismo

Potesse, Mutti Merkel, affiggerebbe anche lei le sue 95 “tesi” per migliorare la Germania, stroncare la xenofobia, risanare la società e l’Europa, alla porta del duomo di Wittenberg, che poi è la grande chiesa del castello, la Schlosskirche. Sarebbe un gesto altamente simbolico. Profondamente identitario. Heimat e religione. Ma prima di lei, sia pure con […]
Cultura - 21 settembre 2017

Jack LaMotta, il kamikaze del ring che ispirò Scorsese

“È morto Toro Scatenato: Raging Bull, detto pure il Toro del Bronx. Cioè no. È morto il grande pugile Jake LaMotta, che ispirò il capolavoro di Martin Scorsese. Per tutti noi Jake LaMotta ha infatti il volto (immortale) di Robert De Niro, massacrato dai pugni del saettante Ray “Sugar” Robinson. Gronda sangue come i tori […]
Mondo - 21 settembre 2017

Dove Angela è diventata la “Mamma” dei tedeschi

Nel centro di Templin, all’angolo fra Schinkel strasse e la Matin Luther strasse, una troupe olandese insegue un’anziana signora per chiederle se è orgogliosa di Angela Merkel, sicura vincitrice delle prossime elezioni, per la quarta volta padrona della Germania, dunque dell’Europa. Templin è il paese dove la Merkel è cresciuta, quando si chiamava ancora Angela […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×