/ / di

Chiara Daina Chiara Daina

Chiara Daina

Giornalista

Giornalista professionista. Detesto il gossip di palazzo, quello che si spaccia per politica. Mi piace fare inchieste. Da tre anni mi occupo del business legato ai farmaci, più subdolo e sofisticato di quello della droga e ultimo bersaglio della criminalità organizzata.

Sono a nata a Casalmaggiore, in provincia di Cremona, il 7 febbraio 1984. Vivo a Milano. Ma se non volo via per qualche giorno, ogni tanto, non volo.

Maturità classica, una laurea in Filosofia al San Raffaele. Non credo in Dio, ma nelle persone.

Articoli Premium di Chiara Daina

Economia - 20 giugno 2016

Anche i veterinari in fuga dall’Italia

Non solo medici e infermieri. Anche i nostri veterinari vanno in Inghilterra per non fare la fame da noi. Sono disposti a mettere da parte le loro aspirazioni e a fare quel che i colleghi britannici disprezzano, cioè gli ispettori nei macelli di carne bianca, rossa, halal e kasher. A spingerli fuori è l’ordine professionale, […]
Economia - 13 giugno 2016

Professione: mediatore psico-sociale

Il Mad pride, il sindacato italiano dei pazienti psichiatrici, chiede il riconoscimento del mediatore psico-sociale nelle strutture sanitarie, cioè di un (ex) utente della salute mentale che faccia da interprete tra il medico e il paziente. Perché durante una crisi psicotica o maniacale, un Tso o un tentativo di suicidio, c’è un’inevitabile barriera tra il […]
Economia - 6 giugno 2016

Cremona, quel cancro che viene dal fiume

Nella provincia di Cremona si muore di cancro allo stomaco più che in altre parti d’Italia. Eppure la zona non è tra le più industrializzate. Le condizioni sfavorevoli potrebbero derivare da agricoltura e allevamento intensivi, che inquinano i fiumi. Un team di medici dell’azienda ospedaliera-Istituti ospitalieri del capoluogo, diretti dall’oncologo Rodolfo Passalacqua nel 2010 ha […]
Economia - 23 maggio 2016

L’anoressia da noi è ricovero d’urgenza

Avere appena 8 anni e pesare come una piuma. Non accettarsi, prendersela con il proprio corpo. L’età di insorgenza dell’anoressia si è abbassata. E colpisce sempre di più i maschi. In una società che ha una maggiore familiarità con il concetto di disturbo alimentare, l’errore è quello di associare l’anoressia a un’eccessiva magrezza e la […]
Economia - 16 maggio 2016

Vedi e tratta, il modello anglosassone non va

Non ci voleva molto per capire che l’idea di un ambulatorio see and treat (“vedi e tratta”, dal modello anglosassone), composto soltanto da infermieri con il compito di valutare e risolvere urgenze di salute minori, a 13 Km di distanza dal pronto soccorso, potesse avere tutto questo successo. E così il servizio see and treat […]
Economia - 9 maggio 2016

Solo medicina solidale, senza prevenzione

Anna ha 39 anni e non ha mai ricevuto dalla asl la lettera di invito per fare il pap test, l’esame diagnostico per la prevenzione del tumore del collo dell’utero. Anche Lucia, 54 anni, non è mai stata avvisata che le over 45 come lei ogni due anni devono sottoporsi alla mammografia per la diagnosi […]
Economia - 25 aprile 2016

Se il Ssn abdica al ruolo degli psicologi

È arrivata la generazione che si prende cura delle emozioni spezzate come una gamba rotta. Oggi andare dallo psicologo non è più un tabù. E “stare bene” non significa soltanto non essere ammalato ma anche essere in pace con se stessi. “I giovani adulti, tra i 20 e i 30 anni, che si rivolgono alla […]
Italia - 18 aprile 2016

La terapia del dolore è in sofferenza

Non soffrire è un diritto dimenticato. Il 26% degli italiani convive con un dolore cronico e la speranza di ricevere un trattamento adeguato dipende da dove si nasce. A sei anni dall’entrata in vigore della legge 38, che stabilisce l’accesso alle cure palliative e alla terapie del dolore, l’assistenza sul territorio è a macchia di […]
Economia - 11 aprile 2016

Il 118 rischia il collasso totale del servizio

Siamo al paradosso. Il servizio del 118 è già in crisi in tutta Italia. Nel senso che mancano infermieri, autisti, ambulanze e le regioni ricorrono in misura sempre maggiore a volontari e mezzi di enti privati, che a nostre spese, per sopperire alle carenze dello Stato, fanno profitti. Con l’atto di indirizzo per il rinnovo […]
Economia - 4 aprile 2016

In terapia intensiva visite non gradite

In Italia soltanto il 2% dei reparti di terapia intensiva (e il 25% di quelli pediatrici) garantisce il libero accesso a parenti e amici. La stragrande maggioranza pone ancora limiti alla durata delle visite (di due ore circa). Siamo una pecora nera in Europa. In Svezia la liberalizzazione dell’orario di apertura delle terapie intensive supera […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×