/ / di

Beppe Giulietti Beppe Giulietti

Beppe Giulietti

Portavoce di Articolo 21

Giuseppe Giulietti è nato a Roma il 19 ottobre 1953. Le scuole elementari le ha fatte a Napoli, le medie e il liceo classico a Venezia, l’Università invece a Roma, dove ha pensato bene di laurearsi in Lettere dedicando la tesi agli anabbatisti perché già allora provava una irresistibile attrazione per gli eretici, gli irregolari, quelli che diffidano dei dogmi e delle sante o laiche inquisizioni. Alla Rai ci è arrivato nel 1979 dopo aver vinto il primo concorso che l’azienda decise di bandire per giornalisti praticanti. Dopo un decennio trascorso nella sede del Veneto, fondò con tanti altri il gruppo di Fiesole, da qui la successiva attività sindacale nell’Usigrai, il sindacato dei giornalisti della Rai, e nella Federazione della Stampa. Attualmente è il portavoce di Articolo 21, associazione fondata e presieduta da Federico Orlando, siede in Parlamento nel gruppo misto ed è componente della commissione cultura della Camera dei deputati. Non coltiva grandi sogni salvo quello di vedere unite tutte le opposizioni, politiche e sociali, non solo per mandare a casa Berlusconi, ma soprattutto per liberare l’Italia dal berlusconismo, una malattia che ha già contagiato milioni di italiani e persino chi crede di esserne immune.

Post di Beppe Giulietti

Media & Regime - 28 marzo 2015

Rai, non è la volta buona

“La Rai non può essere governata da una legge che si chiama Gasparri… Restituiremo la Rai ai cittadini liberandola dal controllo di governi e partiti…”, come non condividere le parole di Matteo Renzi? Proprio perché le abbiamo condivise dobbiamo rilevare la distanza tra questi propositi e il disegno di legge presentato dal governo. Il nuovo consiglio […]
Mafie - 25 marzo 2015

Libera: buon compleanno!

don ciotti 675 Il 25 marzo del 1995 nasceva Libera, l’associazione voluta da Don Luigi Ciotti. Da allora ogni giorno, tutti i giorni le donne e gli uomini di Libera hanno contrastato le mafie, promuovendo una cultura della legalità, fondata sulla Costituzione e sull’impegno civico. Il loro sforzo, collettivo e quotidiano, non si esaurisce nella singola manifestazione o […]
Media & Regime - 22 marzo 2015

Erri De Luca, il governo italiano sottoscriva le parole di Hollande

Il presidente francese Hollande ha deciso di far sentire la sua voce a sostegno dell’appello lanciato da centinaia di intellettuali francesi, e non solo, contro il processo che vede imputato lo scrittore Erri De Luca, accusato di essere un “cattivo maestro” che con le sue opinioni avrebbe innescato le azioni di sabotaggio contro la contestatissima costruzione […]
Media & Regime - 7 marzo 2015

Libertà d’informazione: no bavaglio anche a Mantova

bavaglio 675 Il direttore della Gazzetta di Mantova e tre dei cronisti del giornale, Rossella Canadè, Igor Cipollina, Gabriele De Stefano, sono stati iscritti nel registro degli indagati per aver fatto il loro mestiere: dare sempre e comunque tutte le notizie di pubblico interesse e che abbiano il requisito della rilevanza sociale. Nel caso in questione la […]
Società - 4 marzo 2015

Memoria: onore al partigiano Enrico Angelini che cancella le svastiche!

Quante volte ci sarà capitato di vedere una svastica disegnata su un muro, o di imbatterci in una di quelle bancarelle che, come se nulla fosse, espongono materiale e simboli del nazifascismo. Forse abbiamo ritenuto che non valesse neppure la pena di contestare e contrastare la squallida esibizione perché “tanto ormai le cose vanno così, […]
Media & Regime - 2 marzo 2015

Libertà d’informazione: alla Corte europea dei diritti dell’uomo non piacciono i bavagli

Quando è in gioco l’interesse pubblico al cronista può e deve essere consentito anche l’uso di telecamere e di microfoni “nascosti”. Lo ha deciso la Corte europea dei diritti dell’uomo (Cedu) in una sentenza del 24 febbraio scorso e riportata e commentata, tra gli altri, dalla professoressa Marina Castellaneta dell’Università di Bari sul suo blog. […]
Media & Regime - 26 febbraio 2015

Riforma Rai: il decretino d’urgenza, il conflitto d’interessi e le trappole politiche

rai-675 Matteo Renzi ha annunciato che la Rai non puó essere governata dalla legge Gasparri, e come dargli torto? La presidente Boldrini ha invitato Renzi a non procedere per decreto e a rispettare il ruolo del Parlamento, come darle torto? 5 Stelle e Sel chiedono che finisca la stagione del controllo diretto sulla Rai da parte […]
Media & Regime - 20 febbraio 2015

Rai, quella ‘vergogna’ del caso Verro si chiama conflitto di interessi

“Vergogna”, così Matteo Renzi ha commentato la lettera, pubblicata da il Fatto Quotidiano, del consigliere della Rai Antonio Verro al suo dante causa Silvio Berlusconi. In questo caso non possiamo che condividere lo sdegno del presidente del Consiglio. Quella lettera, e la puntuale e rigorosa ricostruzione del contesto curata da Antonello Caporale e Carlo Tecce, con […]
Giustizia & Impunità - 19 febbraio 2015

Ilaria Alpi-Hrovatin: e adesso verità e giustizia

La bella e intensa puntata della trasmissione di Rai3 Chi l’ha visto? condotta da Federica Sciarelli dedicata al caso Alpi-Hrovatin merita più di una riflessione. Perché mai quella inchiesta, curata, documentata, appassionata, realizzata da Chiara Cazzaniga non è stata ideata e compiuta dagli inquirenti? Forse, anche per loro, non valeva e non vale più la pena […]
Media & Regime - 16 febbraio 2015

Copenhagen: “Vi er Danskere”

“Vi er Danskere” ha titolato il quotidiano francese Libération, lo stesso che ha ospitato la redazione di Charlie Hebdo. “Siamo tutti danesi” ha voluto titolare il direttore del sito di Articolo 21 Stefano Corradino invitando siti e blog italiani a fare altrettanto. Un appello che va raccolto perché non si tratta di esprimere una solidarietà […]

•Ultima ora•

×