/ / di

Andrea Lupi e Pierluigi Morena Andrea Lupi e Pierluigi Morena

Andrea Lupi e Pierluigi Morena

Avvocati internazionalisti

Pierluigi Morena 

Sono avvocato con formazione in diritto italiano e spagnolo. Ho esercitato la professione forense a Madrid per due anni, titolare di studio membro dell’Unione internazionale degli Avvocati. Mi occupo di diritto civile, commerciale interno ed internazionale, recupero crediti all’estero. Svolgo l’attività professionale anche a Barcellona dove collaboro con lo studio Attis Legal. Sensibile alle tematiche ambientali, sono impegnato in battaglie per la tutela del territorio. Un bel giorno, all’improvviso, mi sono appassionato di scrittura. Così ho iniziato con articoli e con poesie arrivando a sperimentare testi per la video art e infine racconti, il più recente è L’ultimo chilometro prima del vento.

 Andrea Lupi 

Sono avvocato con formazione in diritto spagnolo e italiano.Esercito la professione forense a Barcellona, socio fondatore dello Studio Legale Internazionale Attis Legal, SLP. Mi occupo di Derecho Civil, Laboral e ancora Internacional forte della collaborazione con studi associati che operano strategicamente nel mondo. Mi unisce a Pierluigi Morena una fortissima amicizia, progetti internazionali di lavoro e una visione spesso comune delle cose. Abbiamo così deciso di raccontare storie spagnole partendo dalla nostra professione, quindi da un ulteriore punto di vista. Oramai perfettamente integrato nella cultura spagnola da oltre tredici anni, scopro, di giorno in giorno, il peso e l’importanza della nostra italianità.

Blog di Andrea Lupi e Pierluigi Morena

Media & Regime - 14 marzo 2016

Spagna: El Paìs sarà un giornale ‘essenzialmente’ digitale

Chissà se il prossimo 4 maggio, giorno del 40° anniversario della fondazione de El Paìs, sarà ancora possibile mettersi in fila dinanzi a un’edicola di Madrid o di un paesino andaluso per acquistare una copia del giornale. Forse invece El Paìs cartaceo finirà prima, è la mancanza di file alle edicole che sta mettendo a dura prova […]
Mondo - 22 febbraio 2016

Spagna, ‘El Algorrobico’ sarà abbattuto. Via l’ecomostro simbolo della cementificazione

La Spagna non è un modello di riferimento nella gestione del territorio costiero. Un viaggio lungo i litorali del sud della paese può diventare un percorso nel ventre della speculazione edilizia dove inurbamenti scomposti hanno divorato la natura e reso possibile che il grigio delle città si specchi nelle acque del Mediterraneo. Il cemento è […]
Mondo - 8 febbraio 2016

Barcellona, è italiana la prima comunità straniera

Gli italiani e i distretti di Barcellona. Potrebbe essere questo il titolo del rapporto reso pubblico dall’“Idescat”, l’Istituto di statistica della regione autonoma di Catalogna. Dei 273mila stranieri residenti nella capitale catalana la comunità italiana si attesta nettamente al primo posto, sono più di 25mila i connazionali che vivono stabilmente nella città di Gaudì, il […]
Mondo - 16 gennaio 2016

Tunnel nel Baltico, da Helsinki a Tallin (Estonia) in 30 minuti di treno

I portali economici hanno rilanciato con enfasi la notizia: il progetto di costruzione di un tunnel ferroviario sottomarino tra Helsinki e Tallinn si farà. Nei giorni scorsi il ministro dei Trasporti finlandese, Anna Berner, e il ministro dell’Economia estone, Kristen Michal, hanno firmato un memorandum di cooperazione che, tra i punti qualificanti, prevede la realizzazione […]
Mondo - 23 dicembre 2015

Spagna, un accordo tra le sinistre? Podemos è diverso dal M5S

Scambiamo impressioni sul voto spagnolo con Miguel Mora, direttore della rivista digitale Contexto e saggista, già corrispondente da Roma, prima ancora da Lisbona, e da ultimo da Parigi, del quotidiano spagnolo El País. I due grandi partiti tradizionali, il Pp di Rajoy e il Psoe di Sánchez, hanno raccolto, dalla transizione post-franchista a poche ore fa, […]
Mondo - 14 dicembre 2015

Cuba e lo choc del post-chavismo

Lo “choc sovietico” negli anni novanta, lo “choc venezuelano” ora. Lo sguardo che Cuba rivolgeva a Mosca, vista come unico approdo possibile per aggirare l’embargo, dopo la rovinosa caduta dell’Unione Sovietica, venne reindirizzato verso la Caracas di Hugo Chávez. Una virata che ha portato l’economia dell’isola a dipendere dal sistema venezuelano, il 40% degli scambi commerciali complessivi […]
Zonaeuro - 25 novembre 2015

Catalogna nell’instabilità politica: le imprese migrano verso Madrid

“Insicurezza giuridica”, questo il motivo che metterebbe in fuga le imprese dalla Catalogna, è quanto sostiene Axesor, una delle principali agenzie di rating spagnole. “Conocer para decidir”, lo slogan della società, sembra mutuato dal “conoscere per deliberare” di Luigi Einaudi, la conoscenza dei dati economici potrebbe ora far riflettere l’opinione pubblica e condizionare, in futuro, […]
Mondo - 2 novembre 2015

Indipendenza Catalogna: cinque spunti per capire che aria tira

Cinque spunti per provare a spiegare il clima che si respira nelle ultime settimane in Catalogna: Primo: le formazioni indipendentiste, “Junts pel Sì” (coalizione degli ex moderati di Convergència di Artur Mas e di Esquerra Republicana, la sinistra repubblicana) e Cup (Candidatura d’Unitat Popular, la sinistra anticapitalista), che nelle recenti elezioni per il rinnovo della […]
Mondo - 19 ottobre 2015

Cannabis club: in Catalogna la magistratura cambia rotta. Con mille incongruenze

Qualche anno fa nelle pagine di questo blog scrivemmo di “Barcellona come Amsterdam”, cioè di come un vuoto legislativo in tema di “drogas blandas” (droghe leggere) aveva avvicinato la città del modernismo alla capitale olandese, luogo libertario per antonomasia. Una semplificazione comunicativa ci fece accostare i noti “coffee shop” olandesi, attività aperte al pubblico per […]
Mondo - 26 settembre 2015

Elezioni Catalogna in sei punti: ‘Building Catalunya’, un nuovo Paese oppure no?

PRIMO, non è vero che “Junts pel Sì” (Insieme per il Sì), la coalizione degli indipendentisti catalani guidata da Artur Mas (leader del partito -un tempo- moderato Convergència) e Oriol Junqueras (Erc) non abbia un programma definito, come sostengono i detrattori del progetto secessionista. Oltre cento pagine delineano le tre fasi che, in caso di […]
Bruno Vespa: “Renzi più cattivo di Berlusconi. L’editore della Rai è il governo”
Referendum 17 aprile: trivellare il diritto di cronaca?

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×