/ / di

Alessio Pisanò Alessio Pisanò

Alessio Pisanò

Giornalista freelance Bruxelles

Lavoro come giornalista e videomaker freelance a Bruxelles e Strasburgo dal 2008. Mi occupo di Europa, o meglio di “Ue”, una sigla che tutti conoscono ma in pochi capiscono veramente. Scrivere di Europa non è scrivere di “Esteri” bensì significa occuparsi solo di una parte di “Interni”, chi lo deve ancora capire se ne accorgerà di colpo un giorno. Parlare “di Ue” seriamente e senza luoghi comuni in Italia non è facile, ma noi ci proviamo. Sono specializzato in cronaca politica europea, copro l’attualità di tutte le istituzioni europee: Commissione, Parlamento e Consiglio da Bruxelles e Strasburgo. Realizzo reportage video sui principali avvenimenti europei in tutto il continente.
Collaboro come videomaker e giornalista freelance per la TV (La7 – L’aria che Tira), siti Internet nazionali (IlFattoQuotidiano.it), agenzie stampa (Ansa, Italpress) e siti Internet specializzati (Agronotizie.it, Fasi.biz).
Organizzo videoconferenze con i protagonisti della politica europea dal Parlamento europeo, ad esempio per il progetto “Università per l’Europa” in collegamento con alcune università italiane. Tengo lezioni saltuarie all’Università degli studi di Verona sul giornalismo europeo e videogiornalismo. Organizzo conferenze, interviste e coperure mediatiche per media, associazioni, soggetti pubblici e privati sempre dalle capitali d’Europa, Bruxelles e Strasburgo.
Cosa penso dell’Europa (o dell’Ue)? Che potrebbe essere la soluzione a tutti i mali…o quasi…

Blog di Alessio Pisanò

Zonaeuro - 11 gennaio 2017

Ue, ‘Il problema del M5S in Europa è Beppe Grillo’

Gli eurodeputati M5S votano come la Sinistra europea (Gue) e Verdi, ma Grillo si allea con Ukip e cerca i Liberali. Il passo falso – per non dire la figuraccia – fatto in occasione del mancato accordo con il gruppo dei Liberali al Parlamento europeo, mette in rilievo un totale scollamento tra chi in Europa […]
Zonaeuro - 8 gennaio 2017

Ukip ha fatto di M5s una pedina per la Brexit. Ma a che prezzo?

Dopo due anni e mezzo da separati in casa, sta per finire l’alleanza tra il M5S e l’Ukip in Europa. I primi due anni e mezzo di legislatura europea hanno evidenziato tutte le differenze insormontabili tra gli eurodeputati pentastellati e quelli euroscettici d’oltre Manica. Basta guardare le rispettive posizioni politiche su tutti i temi possibili […]
Zonaeuro - 3 gennaio 2017

Europarlamento, i candidati italiani all’arrembaggio per la presidenza

Una cosa sola è certa: al parlamento europeo nei prossimi due anni si parlerà ancora più italiano. Il prossimo presidente del parlamento sarà infatti italiano, l’ultimo fu Emilio Colombo, eletto nel 1977. Quattro le candidature italiche per la successione del tedesco e socialista Martin Schulz: Antonio Tajani (Fi) per il Ppe, Gianni Pittella (Pd) per […]
Zonaeuro - 1 dicembre 2016

Ue, Gianni Pittella nuovo presidente del Parlamento?

La candidatura di Gianni Pittella, eurodeputato Pd e presidente del gruppo S&D, alla presidenza del Parlamento europeo pone tutti gli eurodeputati italiani di fronte a una scelta di campo. A gennaio il Parlamento europeo eleggerà il suo nuovo presidente dopo il quinquennio di Martin Schulz. Con la candidatura per i socialisti e democratici di Gianni […]
Zonaeuro - 23 novembre 2016

Giornata mondiale contro l’Aids, gli eurodeputati pd bisticciano sul preservativo

La campagna “Mettitelo in testa” per la prevenzione dell’Aids lanciata dall’eurodeputato Pd Daniele Viotti sta causando qualche mal di pancia all’interno della delegazione del Partito democratico in Europa. In vista della giornata mondiale contro l’Aids – 1 dicembre – il giovane eurodeputato del Pd, Daniele Viotti, si è fatto promotore di una campagna si sensibilizzazione […]
Zonaeuro - 11 novembre 2016

Trump e Brexit: tremano le élite europee, ma è anche colpa loro

La vittoria di Trump negli States e l’uscita del Regno Unito dall’Ue hanno due cose in comune: nessuno se l’aspettava, ed élite e popolo sono sempre più lontane. Demagogo, populista, razzista, omofobo ed estremista per non dire peggio. A Trump si potrebbe dire di tutto, eppure ha vinto. Aveva contro le élite politiche, economiche e […]
Zonaeuro - 18 ottobre 2016

Ue: ‘Talk real’, il programma sul web per avvicinare i cittadini ai suoi politici

Quando le chiacchiere stanno a zero allora Talk real. Ecco un talk show politico per il web che affronta i principali argomenti dell’attualità politica e sociale europea direttamente con i suoi protagonisti senza filtri e ipocrisie. In mezzo a tante chiacchiere e disinformazione in merito all’Europa – o “all’Ue”, una sigla troppo spesso abusata ma che in pochi […]
Zonaeuro - 4 ottobre 2016

Ungheria, Brexit e austerità in Grecia: ma sono davvero democratici i referendum?

In Europa fioccano i referendum. Sull’Ue, sui migranti, sull’austerità. La parola al popolo, sempre, o meglio, quando conviene. Ma in fondo il referendum è davvero democratico? Chiedere a un greco se gli vanno bene le misure di austerità, a un inglese se ama Bruxelles e ad un ungherese (e non solo) se gli va di […]
Zonaeuro - 21 settembre 2016

Parlamento europeo è democrazia. Soprattutto se si guarda all’Italia

Ieri il Parlamento europeo ha compiuto quarant’anni. Elezione diretta diretta dei deputati, video streaming delle sedute, testi votati e risultati dei voti online. Questa è la risposta all’euroscetticismo. Il 20 settembre del 1976, i rappresentanti dei nove Stati membri che all’epoca componevano la Comunità economica europea – Italia, Francia, Repubblica Federale Tedesca, Lussemburgo, Paesi Bassi, […]
Zonaeuro - 17 settembre 2016

Ue, il discorso di Juncker è senz’anima

Diciamo la verità, il discorso sull’Unione di Jean-Claude Juncker non è stato un granché. Inutile girarci attorno. Ben strutturato, molti propositi, qualche frase ad effetto, ma come spesso accade in sede europea, si tratta di parole senza anima. Continua la strategia dei leader di Bruxelles di anteporre la concretezza ai vani sproloqui dei nazionalisti e […]
M5S, Sibilia critico sulle mosse in Ue: “Entrare nell’establishment sarebbe incoerente, oltre che stupido”
Il quantitative easing conviene solo agli Stati indebitati

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×