/ / di

Antonio Padellaro Antonio Padellaro

Antonio Padellaro

Giornalista e scrittore

Giornalista professionista dal 1968, sono stato responsabile della redazione romana del Corriere della sera, vicedirettore de L’Espresso, direttore de L’Unità e, dall’estate 2009, direttore de Il Fatto Quotidiano. Ho scritto libri ( Non aprite agli assassini, Senza cuore e, di recente, Io gioco pulito), ho sempre tifato Roma, mi sono sempre battuto per la libertà di stampa. E continuerò a farlo.

Blog di Antonio Padellaro

Speciale Quirinale - 31 gennaio 2015

Presidente della Repubblica: il prezzo del Colle

Oggi Sergio Mattarella sarà eletto dodicesimo presidente della Repubblica oppure salta tutto. Come sempre a parlare saranno i numeri che nei tre scrutini con il quorum a quota 673 hanno già detto qualcosa. Che, per esempio, le schede bianche, di poco, ma sono progressivamente calate (538, 531, 513) mostrando qualche piccola crepa nel Pd. Che […]
Speciale Quirinale - 29 gennaio 2015

Quirinale, un nome sulla scheda bianca

È una prepotenza politica la scheda bianca che Matteo Renzi vuole imporre ai 446 grandi elettori del Pd nei primi tre scrutini per l’elezione del nuovo capo dello Stato. Che poi Berlusconi abbia ordinato ai 142 di Forza Italia di fare lo stesso conferma una volta di più come il Patto del Nazareno abbia una […]
Speciale Quirinale - 24 gennaio 2015

Quirinale: perché Magalli

Se fossi un giovane senza lavoro voterei Magalli e lo voterei pure se il lavoro lo avessi perso a cinquant’anni. Se fossi un esodato voterei Magalli e sulla scheda aggiungerei qualche insulto a chi mi ha ridotto così. Se avessi votato Renzi alle primarie per risollevare l’Italia, ora voterei Magalli. E lo voterei due volte […]
Media & Regime - 14 gennaio 2015

Charlie Hebdo, perché sì

Perché lo facciamo? Perché venerdì scorso, quando abbiamo chiamato il caporedattore superstite di Charlie Hebdo, ci siamo sentiti dire: “Grazie, siete l’unico giornale italiano che ce l’ha chiesto”. Perché quella risposta ci ha regalato una scossa d’orgoglio e qualche timore: come mai solo noi, visto che ci avranno pensato in tanti negli altri giornali? Perché […]
Politica - 13 gennaio 2015

Charlie Hebdo, la stupidità del terrore /2

Abbiamo già scritto che la stupidità del terrore fa sì che un piccolo settimanale satirico sull’orlo della chiusura sia diventato, grazie ai fratelli Kouachi e ai loro degni compari, il simbolo della libertà di stampa nel mondo e un fenomeno mediatico diffuso in milioni di copie e di magliette Je suis Charlie. Davvero geniali queste […]
Mondo - 8 gennaio 2015

Charlie Hebdo, la stupidità del terrore

Ieri mattina, sul sito di Charlie Hebdo appariva la scritta “Danger”, “Pericolo”, parola premonitrice non della strage di qualche ora più tardi, ma della precaria condizione finanziaria del settimanale satirico (comune alla stampa più piccola e più libera) costretto a chiedere aiuto ai propri lettori. La stupida ferocia dei terroristi inneggianti e bestemmianti il Profeta […]
Media & Regime - 31 dicembre 2014

Renzi, le riforme e il Fatto Quotidiano: a che serve un giornale

Quando, per esempio, il presidente del Consiglio Matteo Renzi, alla vigilia di un altro anno difficile per gli italiani, dice: “La parola del 2015 sarà ritmo”, scrivere che così ridicolizza se stesso e il governo che presiede non è un’ingiuria o un complotto dei soliti gufi. Un giornale serve a questo, anche se l’egopremier gradisce […]
Cronaca - 27 dicembre 2014

Natale di pietra

Chi giunge alla stazione Termini di Roma non può non vederli: una lunga fila di giacigli abbandonati sotto i portici dello scalo ferroviario simbolo della Capitale dove, ricoperti di poveri stracci, altrettanti esseri umani affrontano le notti sempre più gelide, sperando di risvegliarsi all’indomani. E come loro, sono circa ottomila sparsi in tutta la città, […]
Società - 24 dicembre 2014

Papa Francesco: perché stiamo con Bergoglio

Non occorre essere credenti per avere un senso religioso della vita e per saper distinguere ciò che è bene da ciò che non lo è. Per esempio, basta assistere a una messa domenicale e anche chi ritiene che l’ostia consacrata sia soltanto un frammento di pane azzimo non potrà non riflettere sul raccoglimento delle persone […]
Politica - 21 dicembre 2014

Renzi, la legge di Stabilità e la tv: un sabato italiano

Venerdì notte Matteo Renzi ha anticipato la trasformazione costituzionale del Senato in ente inutile costringendo gli inutili senatori rimasti in aula a votare la fiducia sulla legge di stabilità al buio. Senza cioè poter neppure dare un’occhiata al testo, rimaneggiato fino all’ultimo minuto da Palazzo Chigi per evitare – dicono i turiferari – alcune rapine […]
Presidente Repubblica, elezioni in diretta: Alfano cede a Renzi, i 75 di Ncd e Udc verso il sì a Mattarella
Quirinale, un presidente che cerchi la verità sulla stragi di mafia

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×