/ / di

Sciltian Gastaldi Sciltian Gastaldi

Sciltian Gastaldi

Scrittore e giornalista

Qualcuno mi dà del “cervello in fuga” all’estero; io, che mi conosco bene, mi definisco uno stomaco in fuga. Uno di quelli che per mangiare son dovuti andare oltre confine a trovar lavoro. Sono nato a Roma nel 1974 e vivo fra l’Italia, il Regno Unito e il Canada, dove mi sono dottorato in Italian Studies alla University of Toronto con una tesi su Pier Vittorio Tondelli. Ho pubblicato due saggi sul maccartismo, un testo sui diritti dei gay e quattro romanzi. Il romanzo più recente si chiama Anelli di fumo ed è uscito nel dicembre 2014 per i tipi della Transeuropa Edizioni. Sempre nel 2015 la Chicago Quarterly Review pubblicherà la traduzione in inglese dei primi due capitoli del mio romanzo più venduto, il long-seller Angeli da un’ala soltanto. Fra il 2004 e oggi ho pubblicato narrativa e saggistica per Transeuropa, Pequod, Nutrimenti, Lindau, Effepi, Leaf River e Mondadori. Come giornalista professionista ho vinto il premio “Erich Fromm” per il giornalismo giovane 2001 e il “Mario Formenton” per il giornalismo emergente 2002. Ho collaborato a varie testate, dal Corriere Canadese a Il Centro di Pescara, da Il mucchio selvaggio a Internazionale, da D-La Repubblica delle Donne a Diario della settimana.

I miei link:

anellidifum0.wordpress.com
www.sciltiangastaldi.com
it.wikipedia.org/wiki/Sciltian_Gastaldi

Post di Sciltian Gastaldi

Società - 21 aprile 2015

Naufragio migranti, più di 900 morti e un imperativo morale: essere umani

Io non ho ancora mai visto il corpo di un defunto. Il Caso fino a oggi è stato gentile: mi ha risparmiato di dover assistere agli ultimi istanti di vita di qualcuno. Persone care, in certi casi carissime, sono morte o si sono suicidate intorno a me. Ma io, per una mera questione di Caso, […]
Cultura - 10 marzo 2015

‘Nella casa di vetro’ di Giuseppe Munforte: se il voyeur mi diventa lirico

‘Nella casa di vetro’, di Giuseppe Munforte, appartiene a quel genere di romanzi che non fanno prigionieri e spaccano il pubblico in due fazioni: innamorati persi e chi lancia il libro contro il muro, applicando una delle indimenticate leggi di Calvino. Ammetto che se non avessi dovuto scrivere questa recensione, io sarei rientrato nella seconda […]
Cultura - 6 marzo 2015

Luciano Canfora, ‘1914’: una chiacchierata radiofonica sulla Grande Guerra

Prendete un filologo classico e un umanista a tutto tondo: Luciano Canfora. Mettetelo davanti a un microfono radiofonico “alle 8 della sera“, quale il nome della famosa trasmissione di Radio Due e anche della omonima collana di Sellerio. Chiedetegli di spiegare in poche parole semplici alcuni episodi chiave della storia contemporanea. La trascrizione di quel […]
Cultura - 27 febbraio 2015

Sinistra perduta: ‘La Diaspora’, il nuovo libro di Alessandro Gilioli

Il tipico difetto di quelli che sono chiamati instant book, ovvero la saggistica del momento, di solito scritta da giornalisti, è che pochi giorni dopo la loro pubblicazione risultano già vecchi e superati. Ne La Diaspora. Dov’è oggi la Sinistra italiana, scritto dal collega de L’Espresso, blogger e social media junkie Alessandro Gilioli, questo difetto non […]
Cultura - 18 febbraio 2015

Anni di Piombo: in ‘Sia folgorante la fine’, Valerio Verbano vive

Nel salotto di casa nostra possono accadere ogni giorno mille situazioni diverse. Situazioni che, per convenzione, chiamiamo “domestiche” e ci conducono a pensare a piccoli e grandi fatti quotidiani, che parlano di famiglia, d’affetto, di  liti da niente, al limite di solitudine davanti alla tv. Il salotto della maggior parte delle case degli italiani, verso […]
Cultura - 9 febbraio 2015

‘Sottomissione’ di Houellebecq: occasione sprecata

Di Michel Houellebecq non avevo già apprezzato ‘Estensione del dominio della lotta’, e ora ho trovato deludente ‘Sottomissione‘. Partiamo però da un aspetto positivo: l’idea centrale è buona. Come molti già sanno, questo è un romanzo distopico, vale a dire una narrazione che si ambienta in una società indesiderabile del futuro prossimo. La chiave di […]
Speciale Quirinale - 29 gennaio 2015

Presidente della Repubblica: ecco perché non vinceranno né Prodi né Bersani

Io naturalmente spero di essere smentito dai fatti, ma temo che alle Quirinarie andrà a finire così: Prodi o Bersani, come dice anche Peter Gomez, sono due candidati che, se scelti e votati in massa dal M5S in Parlamento, metterebbero Renzi e i renziani (più che l’intero Pd) in grande difficoltà. E, di conseguenza, non […]
Cultura - 27 gennaio 2015

Terrorismo: ‘Colpo alla nuca’ di Lenci insegna ancora molto

Colpo alla nuca è un titolo a effetto ma è anche ciò che letteralmente ricevette l’architetto Sergio Lenci quando fu assalito da un commando di Prima Linea all’interno del suo studio, il 2 maggio 1980: una pallottola sparata in testa, che non lo uccise ma non gli poté più essere tolta e ne segnò la […]
Speciale Quirinale - 18 gennaio 2015

Quirinale: una strategia intelligente per il M5S

Gennaio 2015, siamo nel secondo tempo per le elezioni del Quirinale, iniziato nell’aprile 2013. Ecco come mi comporterei se fossi nella compagine parlamentare del gruppo M5S: anzitutto, farei il possibile perché il mio gruppo determini l’elezione del nuovo Presidente assieme al Pd, nella consapevolezza che se i voti non vengono dal M5S, verranno da Forza […]
Cultura - 8 gennaio 2015

Charlie Hebdo: il dilemma delle persone riformiste moderate

Nel suo saggio sul terrorismo Terrorism. A Philosophical Investigation, il filosofo russo Igor Primoratz spiega che ogni atto terroristico ha due obiettivi: uno primario e uno secondario. Quello secondario è colpito direttamente (la vera e propria vittima dell’attentato: nel caso di Parigi i giornalisti, i vignettisti chiamati per nome, più i poliziotti uccisi come “danno […]

•Ultima ora•

×