IlFattoQuotidiano.it / BLOG / di Roberto Serra

Roberto Serra Roberto Serra

Roberto Serra

Fotoreporter

Sono nato a Bologna nel ’58, ho cominciato a fotografare nel ’75 con Democrazia Proletaria e Lotta Continua quando ancora correvo i quattrocento metri a ostacoli e frequentavo il liceo artistico, poi l’Accademia delle Belle Arti.Il fotogiornalismo è arrivato con il Resto del Carlino e l’Associated Press, con la Repubblica e l’Ansa, ma già lavoravo con Dalla e Avati, con Conte e Guccini, De Andrè e i Nomadi, gli Skiantos, Mingardi e l’Osteria delle Dame.Mi sono obbligatoriamente dovuto occupare di sport, la pallacanestro in primis, ma detestando la prevedibilità, le sudditanze e i percorsi obbligati dello sport, sono tornato a teatro e letteratura, a musica e ritratto con Albanese, Marescotti, Luttazzi, Nosei, Macchiavelli, Antolini, Zavalloni…Non ho mai sognato di andare a lavorare in zone di guerra perché la guerra me la sono trovata sotto i piedi il 2 agosto 1980 e so che fa schifo.

Post di Roberto Serra

- 25 luglio 2013

E ancora cammino a testa bassa…

E ancora cammino a testa bassa guardando per terra… me ne rendo conto sempre più spesso e vedo che sempre più gente lo fa e mi dico che anche questo, probabilmente, è un effetto della crisi e ancora un po’ e vado a sbattere contro un altro che come me cammina guardando per terra… considero […]
Cronaca - 4 marzo 2013

4 marzo 2013, Lucio Dalla e il karaoke di piazza

Compromettersi fino allo stremo, fino al… limite fisico del racconto. Quel modo di lavorare cercando sempre, levigando il proprio pensiero momento dopo momento ripetendosi come un mantra che, alla fine, anche la musica è solo un lavoro, senza mai credere di essere diventato qualcuno. Questo era Lucio Dalla, a volte ne parlavamo e non c’era […]
Elezioni 2013 - 30 dicembre 2012

Eppure i Maya ci hanno liberato da parecchio vecchiume…

Perché ostinarsi con i Maya, a lamentarsi di loro sostenendo che non ci hanno azzeccato? Che il mondo non sia finito, ma che comunque questa fine d’anno rappresenti la somma di ogni peggio e dunque la loro profezia catastrofista sarebbe una fregatura, non sono d’accordo! Abbiamo avuto la fine del governo Monti che, avrà anche […]
- 20 dicembre 2012

C’è sempre tempo per gli eroi

Francesco Zaccaria è un eroe, lo ha decretato la rete dove in molti, nei social network, lo hanno salutato affidando a quella parola il molto non detto. Come lui ad altri, purtroppo, era già capitata la stessa cosa mi ricordo Sandro Usai e Giuseppe Di Girolamo. Chi erano? Non è un gioco a premi. Francesco Zaccaria […]
- 26 ottobre 2012

Gli abusi invisibili sugli emarginati

La scena è una stazione ferroviaria e potrebbe essere di una qualsiasi città di primo mattino, con il flusso dei pendolari in arrivo o in partenza che scorre senza intoppi e senza novità in quel trionfo del non luogo e della non vita. Il sole splende e i visi sono sereni e lo spazio davanti […]
- 22 settembre 2012

La giraffa in fuga che è morta libera

E’ scappato un animale, uno strano animale che non voleva stare più in una gabbia, in un carrozzone. Un animale strano con il collo lungo e la pelle con le macchie irregolari, forse irregolare pure lui anzi certamente un irregolare, altrimenti non si spiega perché abbia voluto scappare da chi lo nutriva, da chi gli […]
- 24 agosto 2012

Canzone per Cevenini

E’ un periodo infelice questo, doppiamente per Bologna e i bolognesi, uno dopo l’altro scompaiono uomini di valore enorme Guido Fanti, Lucio Dalla, Stefano Tassinari, Maurizio Cevenini, uomini che sempre si sono spesi per unire. Va detto però che se per uno i motivi di età erano comprensibili, per un altro la lunga malattia può […]
- 2 agosto 2012

2 Agosto 1980: è il potere che offende

Sono passati 32 anni da quando scesi da quel piccolo Golgota di macerie. Tale era lo stato della sala d’attesa di seconda classe e del buffet della stazione di Bologna. Avrei voluto essere ovunque, ma non lì, immerso nella peggiore tragedia del dopoguerra, nello schifo organizzato da assassini capaci e sanguinari senza alcuno scrupolo. Persone […]
- 29 luglio 2012

Aldrovandi, NoTav, 2 Agosto: Cancellieri, così non va

No signora, no, così non va! Lei fa il ministro, signora Cancellieri e il suo primo dovere dovrebbe essere capire le persone e amministrare la legge, non assecondare il restringersi delle possibilità di vita consentite alle persone. Al cantiere No Tav in Val di Susa va in scena da anni la protesta dei residenti supportata […]
- 4 luglio 2012

Morire di uranio in false missione di pace

Non troverete la notizia sulle maggiori testate cartacee né nei tg, ma lo Stato, cioè la gestione della Cosa Pubblica cui tutti apparteniamo volenti o nolenti, quella amministrazione gestita da persone che ricoprono cariche di alto titolo con scarsa competenza o merito ma che sosteniamo sia votando sia non, è stato ancora una volta (giustamente) […]