/ / di

Paolo Hutter Paolo Hutter

Paolo Hutter

Giornalista, ambientalista

Giornalista, ambientalista, ex amministratore comunale, gay dichiarato. Nato a Torino, dove giovanissimo sono stato coinvolto nei movimenti del ’68, son poi diventato adulto a Milano (partecipavo a Lotta Continua). Le mie velleità giornalistiche hanno avuto due grosse spinte o battesimi del fuoco: il colpo di stato in Cile, in cui sono stato coinvolto e arrestato dai militari, e di cui ho scritto più volte. E la nascita delle radio libere di informazione in cui mi sono tuffato nel ’75, abbandonando il quotidiano Lotta Continua che mi stava stretto. A Radio Popolare di Milano ho fatto di tutto – anche il corrispondente dalle rivoluzioni democratiche dell’Est – e ci ho lavorato stabilmente fino al ’98. Al Consiglio comunale di Milano sono stato eletto nel 1985 e confermato fino al 1997. Ho diretto, nella sua breve vita, il settimanale Erba dei Verdi. Nel settembre ’99 son stato chiamato a fare l’assessore all’ambiente a Torino per l’ultima fase della seconda giunta Castellani. Dal 2002 faccio e dirigo il notiziario online Ecodallecitta.it, specializzato in ambiente urbano. Son tornato più volte in Cile, per giornalismo. Da esterno precario collaboro con varie testate (articoli su Paolohutter.eu). In questo blog mi vorrei occupare soprattutto di ambientalismo applicato, di movimenti sociali e di polemizzare con quelli che mi sembrano luoghi comuni sbagliati o buchi ingiustificati nel flusso mediatico-politico dominante.

Post di Paolo Hutter

Cronaca - 2 maggio 2015

Corteo No Expo, troppa visceralità nelle reazioni ai black bloc di Milano?

Corteo No Expo, negozi e auto a fuoco a Milano Più che gli incidenti di Milano a preoccuparmi ed indignarmi sono la maggior parte delle reazioni. Occorre mantenere il senso delle proporzioni: si tratta di qualche centinaio di giovani arrabbiati (e speranzosi di  incidere in questo modo) e di qualche decina tra auto e vetrine distrutte in un’area corrispondente a un pezzetto del centro. Se i […]
Politica - 16 aprile 2015

L’Italicum abolisce le coalizioni: l’omicidio/suicidio del centrosinistra?

L’Italicum non è meglio che niente,  a me sembra peggio che niente. Per un motivo particolare, che forse non sarà  condiviso da tutti gli oppositori, ma che a me pare decisivo e insuperabile,  e cioè il premio alla lista anzichè alla coalizione. Se a questo poi si aggiungono i capilista bloccati la caratteristica anti-partecipativa è […]
Società - 12 aprile 2015

Torino, il nuovo grattacielo Intesa San Paolo e la ‘milanizzazione’ della città

Verso la milanesizzazione di Torino? Raramente  un  solo nuovo edificio ha così stravolto il disegno di una città come è accaduto a Torino per via del grattacielo Intesa San Paolo, ufficialmente inaugurato venerdì 10 aprile con una apertura straordinaria delle visite alla terrazza. In realtà  i lavori non sono ancora del tutto finiti e poi […]
Mondo - 29 marzo 2015

Tunisi, la ragazza che pianta fiori mentre Renzi e Hollande manifestano al Bardo

Non va alla marcia a Tunisi “Le monde est Bardo” la giovane italiana Lorenza Lory Strano che pure in Facebook sollecitava le autorità italiane a venire a partecipare. Forse la pensa come l’opposizione di sinistra, il Fronte Popolare, che ha deciso di non esserci perché infastidito da un clima “di falsa riconciliazione e rimozione” come […]
Mondo - 24 marzo 2015

Tunisi, delle Istituzioni italiane chi viene al Bardo domenica 29 marzo?

tunisia 675 Bisogna tornare al Museo del Bardo, bisogna andare a Tunisi: non si tratta solo di solidarietà doverosa, ma di un concreto investimento per la sicurezza del nostro futuro. Stavo per scrivere che ancora nessun rappresentante italiano c è andato, ma per fortuna mi dovrei smentire: per qualche ora c’è Gentiloni. E giustamente non va solo […]
Mondo - 19 marzo 2015

Tunisi, Je suis Bardo

#JesuisBardo. In questo momento la Tunisia ha bisogno di solidarietà, ma direi che tutti noi mediterranei abbiamo bisogno di solidarietà. Italiani  tra le vittime, colpito un gruppo internazionale a prevalenza europeo, il più bel museo di mosaici romani al mondo, una città a poche decine di chilometri dalla costa siciliana. “Siamo vicini alla Tunisia” dicono […]
Politica - 2 febbraio 2015

Italicum: il premio alla lista, anziché alla coalizione, è dannoso

senato 675 Ci dovrebbero ripensare tutti, al premio di lista previsto dall’Italicum, così come è passato in Senato. Forse non si è valutato bene quale stravolgimento e quale complicazione impone al sistema politico e soprattutto al rapporto tra cittadini, elezioni e politica. La prevalenza di “nominati“, di capilista bloccati, è solo l’altra faccia della medaglia del problema […]
Lavoro & Precari - 16 gennaio 2015

Ridurre l’orario di lavoro? L’idea rilanciata nel libro di Craviolatti

“La riduzione strutturale dell’orario avrebbe uno straordinario impatto sulla vita individuale e sociale, attenuando la diffusa alienazione (da lavoro e dalla sua mancanza) e liberando tempo e spazio mentale per lo sviluppo personale, la partecipazione sociale, l’attività di produzione e scambio non monetario”. Così Marco Craviolatti, nel suo libro E la borsa e la vita, […]
Mondo - 12 gennaio 2015

Charlie Hebdo, quale lotta al terrorismo dopo Parigi?

Avete anche voi amici che invocano la lotta contro l’Islam e altri che giustificano l’eccidio della redazione di Charlie? Il rischio di affermare certezze di fronte a fenomeni che conosciamo poco e di fronte a dilemmi epocali e profondi è alto. Non vergogniamoci di avere dei dubbi e di cambiare idea. D’altra parte il coinvolgimento emotivo è […]
Mondo - 5 gennaio 2015

Tunisia, uno sguardo al Paese reale

Per la prima volta un paese del Nord Africa ha istituzioni legittimate da un voto libero e riconosciuto valido da tutti, con un Parlamento plurale, anzi  senza maggioranza assoluta, e con un Presidente che ha prevalso al ballottaggio. Mentre l’attualità politica tunisina si concentra su vere e proprie raffinatezze – equilibrio tra diverse componenti, quote […]

•Ultima ora•

×