/ / di

PierGiorgio Gawronski PierGiorgio Gawronski

PierGiorgio Gawronski

Economista

PierGiorgio Gawronski, economista, pubblicista. In passato ha lavorato all’ufficio studi della BNL, all’OCSE, all’UNCTAD, alla “policy unit” della Presidenza del Consiglio. E’ stato attivista e consulente di numerose Ong in Italia e all’estero (Amnesty International, Observatoire de la Finance), membro della Direzione Nazionale del Partito Democratico fino al 2009. Ha pubblicato diversi articoli scientifici in riviste internazionali su argomenti macroeconomici e sulla povertà globale.

Blog di PierGiorgio Gawronski

Zonaeuro - 23 settembre 2016

Euro, se la prima a fare concorrenza sleale è la Germania

German Chancellor Angela Merkel attends news conference after the European Union summit- the first one since Britain voted to quit- in Bratislava, Slovakia, September 16, 2016. REUTERS/Leonhard Foeger Si credeva che l’euro avrebbe posto fine alle svalutazioni competitive e alla “concorrenza sleale”. Ma non è stato così. La Germania è stata spesso dipinta (a torto) come la vittima delle svalutazioni competitive degli altri paesi prima dell’introduzione dell’euro. In realtà il tasso di cambio reale della Germania – che tiene conto delle diverse tendenze […]
Zonaeuro - 12 agosto 2016

Le politiche keynesiane sono possibili nell’Eurozona?

bce_675 Il deficit spending necessario per rilanciare l’Eurozona ha un ‘problema di lungo termine’. In sintesi: se il settore pubblico decide di compensare la caduta della domanda privata con domanda pubblica, fino a quando deve continuare a farlo? A un certo punto dovrà ridurre il deficit, sottraendo la domanda precedentemente immessa: non ci sarà una nuova […]
Zonaeuro - 1 agosto 2016

Le politiche keynesiane sono possibili?

Nel post precedente ho ribadito che la politica economica europea parte da un presupposto sbagliato: che vi sia in Europa crisi di offerta, incapacità di aumentare la produzione. Le imprese avrebbero raggiunto il limite produttivo, a causa di ‘problemi strutturali’ loro e dell’ambiente con cui si relazionano. Ma non esiste un solo modello teorico che […]
Zonaeuro - 14 luglio 2016

La recessione del 2017 e la scie(me)nza economica

commissione-675 Dal 2008 l’Eurozona non cresce. Qual è il vincolo? Manca la domanda di beni e servizi? Ovvero la spesa delle famiglie è calata e non si riprende? O manca l’offerta, ovvero la capacità produttiva (produttività) delle imprese è calata e non si riprende? Guardiamo al mercato del lavoro. Se fossimo in piena occupazione, tutti a […]
Economia & Lobby - 26 giugno 2016

In Europa non vogliono ascoltare

brexit 675 Secondo i miei calcoli, dal 2009 alla fine del 2016, l’Italia avrà perso 1000 miliardi a causa di politiche economiche assurde imposte dall’euro, dai Trattati Europei, e dalle pressioni tedesche avallate – a volte persino con entusiasmo – dai nostri autoproclamati ‘europeisti’. I nostri disoccupati hanno finito i risparmi e ora vivono grazie agli aiuti dei […]
Referendum Costituzionale - 15 giugno 2016

Referendum riforme, il No diventi un Sì al cambiamento

costituzione-675 Il referendum costituzionale di ottobre rischia di essere vinto da Renzi, non perché gli italiani siano felici della sua riforma, ma perché è l’unico progetto in campo di “cambiamento”. Gli oppositori di Renzi pensano che se passa la riforma le cose in Italia andranno peggio? D’accordo. Ma, con il paese in sofferenza, lo status quo […]
Elezioni Amministrative 2016 - 5 giugno 2016

Elezioni Amministrative 2016: l’astensionismo e la logica del ‘tanto non cambia nulla’

urne-elezioni-675 Ilvo Diamanti su Repubblica presenta qualche dato sulla declinante partecipazione degli italiani alle consultazioni elettorali, poi ci rassicura: “Non c’è nulla di cui allarmarsi. L’astensione non è una minaccia che incombe sulla nostra democrazia. È, invece, fisiologica. Anche se, fino agli anni Novanta, in Italia votavano tutti… A Londra, di recente, è stato eletto sindaco […]
Politica - 28 maggio 2016

Matteo Renzi, chi è conservatore e chi riformista?

Conferenza stampa al termine del Consiglio dei Ministri Un capolavoro. Chapeau, signor presidente del Consiglio. Sulla Costituzione lei sta facendo passare le sue posizioni di destra, socialmente conservatrici, per “cambiamento”. E sta facendo passare le posizioni progressiste, favorevoli al cambiamento sociale e alla democrazia, per “conservatrici”. Da quando è scoppiata la crisi economica, i governanti italiani (Europei) hanno fatto politiche contrarie agli interessi […]
Mondo - 15 maggio 2016

Globalizzazione e migranti, le lezioni di Roma

Come già nell’antichità, improvvise ondate migratorie mettono in crisi l’Europa. La Storia ha qualcosa da insegnarci in proposito? O il mondo moderno è troppo globalizzato, troppo sviluppato, troppo diverso per trarre utili insegnamenti da un così remoto passato? In realtà, l’inizio del primo millennio era un’epoca di grande “globalizzazione”. Plinio il Vecchio scriveva: “Oggi si vanno […]
Zonaeuro - 10 marzo 2016

Debito pubblico, i problemi di un Paese che non ha una sinistra che fa la sinistra

Una destra estrema ed estremista controlla il Partito Democratico. Prendete l’on. Gianpaolo Galli (ex Bankitalia, ex Confindustria). Sul Sole 24Ore contesta “vari autorevoli economisti” che “propongono che in Italia il disavanzo di bilancio venga aumentato ben oltre il limite del 3%”, in particolare “Giorgio La Malfa” e la nostra comune proposta “di andare al 5% almeno per […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×