IlFattoQuotidiano.it / BLOG / di Fabio Scacciavillani

Fabio Scacciavillani Fabio Scacciavillani

Fabio Scacciavillani

Chief Economist Fondo d'investimenti dell'Oman

Sono nato a Campobasso nell’ormai lontano 1961. Finito il corso di laurea in Economia e commercio alla Luiss di Roma, sono stato ammesso al programma di Ph.D. in Economia all’Università di Chicago, dove ho anche insegnato alcuni corsi al College e alla Business School. Dopo aver preso il Ph.D. ho lavorato al Fondo monetario internazionale a Washington, alla Banca centrale europea a Francoforte (nel periodo pioneristico in cui è partita l’unione monetaria), a Goldman Sachs a Londra e da qualche anno mi sono trasferito nella Penisola Arabica, approdando prima in Qatar alla Gulf Organization for Industrial Consulting (un’organizzazione internazionale tra paesi del Golfo), poi negli Emirati Arabi Uniti come direttore della Ricerca macroeconomica e statistica al Centro finanziario internazionale di Dubai e infine a Muscat per lavorare al fondo sovrano dell’Oman. Penso sia superfluo sottolineare che ciò che scrivo rispecchia solo mie opinioni personali e non coinvolge in alcun modo l’istituzione per la quale lavoro, o quelle per cui ho lavorato in passato, né contiene informazioni di sorta su investiment passati, presenti o futuri. Nelle mie ricerche e nell’attività professionale mi sono occupato principalmente di tassi di cambio, politica monetaria, riforme strutturali e mercati finanziari. Nonostante manchi dall’Italia da oltre venti anni, non ho mai reciso il cordone ombelicale con il mio paese (contro ogni ragionevolezza), continuando a sperare (contro ogni evidenza) in un suo futuro migliore. Quindi, più che un cervello in fuga (che sarebbe un’esagerazione), direi che (talvolta) mi sento una coscienza in esilio.

Post di Fabio Scacciavillani

Economia & Lobby - 31 ottobre 2014

Legge di Stabilità, è firmata ‘Renzino Pomicino’

Dopo il buffetto sulla guancia dell’Ue, la manovra italiana prevede un deficit aggiuntivo di circa 7 miliardi di euro e una crescita addizionale del Pil dello 0,1 per cento, cioè 1,6 miliardi. Questo elementare conto della serva fornisce un stima ufficiale sull’efficacia della spesa pubblica in Italia. Per chi mostrasse difficoltà ad afferrare il concetto, […]
Zonaeuro - 26 ottobre 2014

Bce: banche oltre l’orlo di una crisi di stress

Gli stress test sulle banche europee di cui oggi si annunciano al popolo bue i risultati (dopo averli comunicati alle banche così da innescare una vorticosa giostra di insider trading) sono esercizi di una penosa inutilità. Le banche centrali dovrebbero controllare le banche ogni giorno. I controlli condotti a intervalli di anni sono l’autocertificazione che […]
Economia & Lobby - 14 ottobre 2014

Articolo 18, il mercato è più forte delle leggi

Il nocciolo dell’articolo 18 si può affrontare scorrendo due liste. La prima elenca le 10 maggiori società per capitalizzazione alla Borsa di New York nel 2013, la seconda riporta la stessa classifica per l’anno 2003. Le prime tre di dieci anni fa, General Electric, Microsoft ed Exxon Mobil erano ancora in classifica dieci anni dopo. […]
Economia & Lobby - 25 settembre 2014

Shale gas, il miraggio sta già svanendo

Il successo dell’estrazione di petrolio e gas da giacimenti non convenzionali, in particolare le formazioni di scisti (in inglese shale), è uno dei rari raggi di luce negli anni bui di Grande Recessione. L’impatto è stato impressionante. Da quattro anni gli Usa sono il maggior produttore di gas al mondo e da inizio 2014, con […]
Economia & Lobby - 21 settembre 2014

Recessione: ‘Vaffangufo’, ovvero le strategie economiche al tempo di Renzusconi

renziPP Gli 80 euro hanno incontrovertibilmente sortito almeno un effetto positivo per la stragrande maggioranza che non li ha mai ricevuti in busta paga. Hanno stilato il certificato di morte di ogni ubbia da keynesiani alla porchetta sul moltiplicatore della spesa pubblica. La bacchetta magica delle favole per bamboccioni si è spezzata e il referto autoptico […]
Economia & Lobby - 17 agosto 2014

Draghi e la strigliata agostana: cosa voleva dire a Renzi il presidente della Bce

draghi-640 A chi ha familiarità con Draghi si pone un dilemma: il Presidente della Bce spicca maggiormente per la padronanza dei temi economici oppure per la ferina capacità di azzoppare politici di mezza tacca? Di sicuro la seconda qualità si è affinata a via XX settembre alle prese, oltre che con ministri diversamente competenti (da Amato […]
Zonaeuro - 11 agosto 2014

Europa, Renzi e la sindrome da delirio di impotenza

matteo renzi 640 Il Manuale delle Giovani Marmotte non avverte il lettore che in politica i numeri non obbediscono alle regole dell’algebra: talora il -0,2% conta più del +40,8%. Non stupisce dunque che Renzi sembri un giovane esploratore senza mappa in un territorio troppo vasto per le sue capacità di orientamento. In Europa ad esempio di fronte alla […]
Economia & Lobby - 19 luglio 2014

Bitcoin, la moneta virtuale non deve farvi paura

Bitcoin La prima stortura. L’Ufficio di informazione finanziaria per l’Italia (Uif) di Bankitalia nel rapporto 2013 informa che “Le operazioni in Bitcoin [… ] non consentono di identificare i soggetti intervenuti nelle transazioni, facilitando lo scambio di fondi in forma anonima e l’utilizzo [… ] nel contesto dell’economia illegale”. Come le normali banconote. Il procuratore generale […]
Economia & Lobby - 19 giugno 2014

Argentina: la bancarotta infinita

Proteste in Argentina L’agonizzante economia argentina vive da anni in rassegnata attesa di un colpo di grazia. Può concretizzarsi come shock sui prezzi delle derrate agricole, ulteriore tracollo del peso, fallimento di una banca, rivolta di piazza contro i prezzi alle stelle e i salari rasoterra. Il pollice verso della Corte Suprema degli Usa contro le autorità argentine, […]
Economia & Lobby - 18 maggio 2014

Pil: la lucciola in fondo al tunnel. La crescita in dieci punti

L’ennesimo avvistamento della luce alla fine del tunnel alla prova dei fatti si è rivelata un avvistamento di lucciole, insetti che la tradizione orale popolare mette in guardia dallo scambiare per lanterne. Al rantolo di crescita registrato in Italia nell’ultimo trimestre del 2013 è seguita un’esalazione di segno meno a inizio 2014. Per contrasto, in […]