/ / di

Bruno Ballardini Bruno Ballardini

Bruno Ballardini

Esperto di comunicazione strategica, saggista

Sono nato a Venezia nel 1954. Mi sono laureato in Filosofia del Linguaggio con Tullio de Mauro e ho studiato composizione e musica elettronica con Franco Evangelisti. Come pubblicitario ho militato nelle più grande agenzie, ora mi occupo di comunicazione strategica e scrivo libri. Quelli a cui sono più affezionato sono due: uno del 1994 in cui ho dichiarato per primo la morte della pubblicità, uscito di nuovo recentemente in edizione aggiornata. E un altro del 2000 in cui ho dimostrato che è stata la Chiesa a inventare il marketing, libro tradotto in 11 paesi. Nel 2011 esce Gesù e i saldi di fine stagione (Piemme) ed è la risposta a una sfida che mi è stata lanciata da un cardinale. Spero di avergli risposto a tono. Nel 2014 pubblico Leader come Francesco (Piemme). Il mio ultimo libro è del 2015 e s’intitola ISIS® Il marketing dell’Apocalisse (Baldini & Castoldi).

Post di Bruno Ballardini

Expo 2015 - 5 maggio 2015

Expo 2015: la fiera dell’inutilità al tempo di Internet

Finita la buriana intorno all’Expo, ripuliti i muri di Milano dagli sfregi di una manifestazione politicamente inutile (ci vuol altro a mettere in crisi un governo democristiano!), restano molti dubbi invece sull’utilità dell’Expo. Le esposizioni universali sono retaggio di un passato remoto, quando ancora l’oggetto “fiera” rappresentava la tecnologia multimediale immersiva più avanzata per attirare, […]
Media & Regime - 28 aprile 2015

L’Isis, le minacce all’Italia e il marketing della notizia

Ci risiamo. Dopo una pausa prolungata dovuta sicuramente al fatto che l’Isis è impegnato a difendere quello che resta del suo territorio, l’agenzia d’intelligence SITE guidata da Rita Katz, vedendo sfumare il business, cerca di riciclare qualcosa. “Non può finire adesso”, devono essersi detti. E così, hanno tirato fuori dal cassetto alcuni selfie che già […]
Expo 2015 - 23 aprile 2015

Expo 2015 e l’abolizione della geografia

All’inizio ho creduto anch’io ad una bufala. La cosa sembrava talmente impossibile da somigliare ad uno di quei divertissement cretini che, di tanto in tanto, qualcuno lancia in rete, costruendo notizie verosimili ma totalmente false, per vedere che giro faranno. Solo che in questo caso, per quanto mi potessi arrovellare per capire il perché e […]
Media & Regime - 19 aprile 2015

Isis, i video-spot e la loro (impaziente) audience

È da ieri che era stata annunciata l’uscita dell’ultimo video di al-Furqan, una delle due principali case di produzione video dello Stato Islamico insieme ad al-Hayat. Ebbene, in compagnia della solita piccola community di analisti di intelligence e studiosi di propaganda abbiamo aspettato inutilmente fino a tarda notte ma non è uscito nulla. Stamattina, i […]
Società - 4 aprile 2015

Pasqua e la lotta animalista una volta l’anno: salviamo l’abbacchio!

Arriva Pasqua e puntualmente esce la campagna di Animal Equality (ormai è il terzo anno consecutivo) per invitare tutti a non mangiare carne d’agnello come vuole l’usanza secolare. Le cifre parlano chiaro: per la santa ricorrenza vengono trucidati oltre 800mila innocenti agnellini dopo essere stati separati dalle madri e sottoposti ai peggiori maltrattamenti. Ammassati e […]
Media & Regime - 13 marzo 2015

Durex e il futuro del sesso

Quando la pubblicità riesce a veicolare un messaggio di pubblica utilità, che va oltre cioè la pura vendita, allora si riesce a scorgere la differenza fra buona e cattiva réclame, fra comunicazione di qualità e ‘monnezza’. Lo scopo delle marche è certamente vendere, ma lo scopo delle marche intelligenti, quelle che hanno a cuore anche […]
Media & Regime - 1 marzo 2015

Anonymous colto di sorpresa dall’Isis?

È accaduto l’altro ieri notte. L’account twitter AnonOps che in genere, oltre a fare monitoraggio, riporta notizie in tempo reale sulle operazioni in corso da parte dei team di Anonymous, ha lanciato delle ‘breaking news’ su un attacco appena avvenuto. Il messaggio iniziava con Tango Down, la consueta formula con cui si dichiara che un’azione di […]
Media & Regime - 25 febbraio 2015

Lo Stato Islamico è interattivo, il governo no

Voglio riallacciarmi a quanto scritto da Alessandro Gassmann su queste stesse pagine dopo aver inviato ben 86 tweet a Renzi senza ricevere risposta. Lui addebita questo silenzio spocchioso al fatto che il Premier non ascolta chi non l’ha votato. Ecco, vorrei rassicurare Alessandro: Renzi non ascolta proprio nessuno. Lo stesso deve aver imparato a fare anche […]
Media & Regime - 24 gennaio 2015

Davos oltre i luoghi comuni: ‘Italy the Extraordinary Commonplace’

A Davos, il nostro Ministero per lo Sviluppo Economico ha presentato in anteprima uno spottone firmato da Leo Burnett per il rilancio del Made in Italy e di tutta la nostra immagine. Impianto di ottima fattura, “vecchia scuola” si direbbe, quella dei tempi d’oro della pubblicità. Il meccanismo retorico è collaudatissimo e funziona sempre: si […]
Media & Regime - 12 dicembre 2014

Informazione: è più serio un copywriter o un giornalista?

Una vecchia diatriba che ogni tanto vale la pena di riaprire: quella fra pubblicitari e giornalisti. Come è noto i pubblicitari, anzi i copywriter (quelli che scrivono le pubblicità), sono additati da sempre come i peggiori manipolatori e soprattutto i più grandi disinformatori. È una leggenda metropolitana che risale a Vance Packard, giornalista, che vedendo […]

•Ultima ora•

×