/

Scelti da Il Fatto Quotidiano

Franca D'Agostini

Docente universitaria

Mi sono laureata e ho conseguito il dottorato in filosofia a Torino. Insegno Filosofia della scienza al Politecnico di Torino ed Epistemology and Political Philosophy all'Università di Milano. Tra i miei libri: Analitici e continentali (Cortina, 1997), Breve storia della filosofia nel Novecento (Einaudi, 1999), Logica del nichilismo (Laterza, 2000), Disavventure della verità (Einaudi, 2002), Paradossi (Carocci, 2009), Verità avvelenata. Buoni e cattivi argomenti nel dibatitto pubblico (Bollati Boringhieri, 2010).

Mariassunta D'Alessio

Giornalista e scrittrice

Giornalista, comunicatore pubblico, autarchica e… multitasking. Per circa 18 anni ho lavorato negli uffici stampa di vari Ministri, ottenendo anche degli importanti riconoscimenti, come il premio miglior Addetto Stampa nella Pubblica Amministrazione e quello come miglior corrispondente locale. Nel mio percorso professionale ho intervistato varie e importanti personalità della ricerca (mia l’ultima intervista alla professoressa Montalcini), della cultura, della politica e soprattutto a tante donne per la collana “Le Protagoniste”. Ho pubblicato qualche libro…uno sull’imprenditoria femminile e uno sugli Ogm….”conoscere per decidere da che parte stare con tanti pro e contro”!

Su tutto però una passione: la cura del mio piccolo orto-giardino cittadino, passione che mi ha portato a vincere il primo premio per l'orto più bello del sito di Agraria. Ma questo ed altro è raccontato nel mio blog personale…ladonnaincorriera!

@dalmardal

Andrea D'Ambra

Interprete/Traduttore

Interprete, Travel Blogger Laureato in Scienze politiche con tesi in Diritto dell’Unione europea e in Interpretazione di conferenza e Traduzione presso la Scuola interpreti di Trieste. Promotore nel 2006 della petizione per l’abolizione dei costi di ricarica che in pochi mesi raggiunge quota 820mila firme online e grazie anche all'intervento da me sollecitato della Commissione europea, e dopo una campagna online di diversi mesi (senza l'aiuto dei social network) porta all’abolizione che rappresentavano un’anomalia tutta italiana che costava agli italiani due miliardi di euro l’anno. Nel 2007 fondo l’Associazione dei Consumatori “Generazione Attiva”. In tale veste ho denunciato all’Antitrust le innumerevoli pratiche scorrette e/o pubblicità ingannevoli che quotidianamente molestano i consumatori, ottenendo sanzioni per un ammontare totale di diverse centinaia di migliaia di euro. Mi sono tra l’altro fatto promotore di un appello, affinché le multe per questo tipo di pratiche venissero inasprite e calcolate in base al fatturato delle aziende. Appello sottoscritto e condiviso dall'allora presidente dell'Antitrust Catricalà che inserì la proposta nella sua relazione annuale presso la Camera dei Deputati nel giugno di quello stesso anno. Autore dell'hashtag twitter #celochiedeleuropa e diversi articoli con lo scopo di divulgare un'informazione veritiera sull'Unione europea e sbugiardare i politici che usano quel ritornello per giustificare iniziative assurde ed impopolari mai chieste da Bruxelles. Ideatore della petizione al Parlamento europeo per una legge europea che stabilisca l'ineleggibilità dei condannati e il divieto di candidature multiple per le stesse persone in più circoscrizioni. In tale veste sono stato invitato al Parlamento europeo dove ho avuto modo di illustrarla e raccogliere adesioni trasversali. Appassionato di diritto e sensibile alle discriminazioni. Autore della “Guida per l'iscrizione anagrafica dei cittadini europei” che dal 2011 ha aiutato migliaia di cittadini europei a districarsi nel groviglio della burocrazia italiana e conoscere i loro diritti derivanti dalle norme europee e ottenuto il plauso del Presidente dell'associazione degli operatori demografici associati DeA. Mia la denuncia che ha portato l'Antitrust ha sanzionare nel 2015 con una maxi multa da 15 milioni di euro il cartello degli armatori privati del golfo di Napoli per intesa restrittiva della concorrenza. Autore di numerose denunce alla Commissione europea che hanno portato all’apertura di diverse procedure d’infrazione, sono un convinto europeista e credo che da questa possa venire molto del cambiamento necessario per il nostro Paese. Sensibile alle tematiche ambientali sono appassionato a tutto ciò che attiene alle nuove tecnologie, amo le lingue. Scrivo anche su www.andreadambra.eu e condivido i miei racconti di viaggio su www.mapandfork.com Twitter: @adambra

Nicola D'Angelo

Esperto di diritto delle comunicazioni

Sono un giurista esperto di diritto delle comunicazioni. Da diversi anni mi occupo di televisione e di telecomunicazioni. Sono stato commissario dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. Questi ultimi anni mi hanno visto impegnato non solo all’interno di questa istituzione ma anche in numerose iniziative e interventi pubblici nelle tematiche relative al pluralismo televisivo, alla libertà di informazione e di internet.

Scrivo di nuovi media anche sul mio blog (nicoladangelo.net) in particolare occupandomi di internet e dei cambiamenti sociali e politici indotti dall’uso della rete.

Donatella D'Angelo

Architetto, esperta di Beni Culturali

Sono un Architetto che crede profondamente nella sua professione come missione, mi occupo da oltre 25 anni di Beni Culturali intesi non solo come patrimonio da salvaguardare ma da valorizzare e vivere, sono stata tra i primi a decretare il Diritto alla Bellezza e ho denunciato degrado e manomissioni nei centri storici italiani,sono stata Presidente di Italia Nostra Torino e membro di diverse Commissioni sull'Ambiente ed il Territorio sia a carattere locale che nazionale. Ho progettato il restauro di oltre 30 edifici vincolati, con il pieno assenso delle Soprintendenze.

Davide D'Antoni

Giornalista Telelombardia

Vivo a Milano, ho studiato a Roma. Sono nato a Erice. Racconto il mondo con immagini e parole da giornalista a Telelombardia. Dal 2011 conduco l’all news del gruppo, Milanow. Nel 2010 ho vinto il ‘Premio Vergani’ con una inchiesta dal titolo: “Le mani della ‘ndrangheta

sull’Ortomercato di Milano”. Volontario FAI

Luca D'Auria

Avvocato e docente di Diritto

Sono nato a Milano nel 1969, avvocato penalista del Foro di Milano e docente di diritto all'Università San Raffaele.

Approfondisco materie filosofiche e sono autore di articoli di diritto e saggi tra cui: Il Giudizio Universale (dallo spiritismo alla matematica nel giudizio criminale); Le verità immorali, Tre incursioni filosofiche nel mondo della giustizia e Il dramma del giudicare (una ricerca antropologica sulla figura del giudice dinnanzi al complesso rapporto tra diritto e giustizia applicata).

Interverrò per commentare fatti giudizialmente rilevanti con particolare riferimento al loro profilo giuridico, criminologico e filosofico-antropologico.

Pio d'Emilia

Giornalista e yamatologo

Vivo e lavoro in Asia, soprattutto in Giappone, da oltre trent'anni. Ci sono arrivato come giovane procuratore legale, con una borsa di studio per studiare la procedura penale comparata, il mio sogno era di fare l'avvocato penalista in qualche grosso studio legale internazionale. Ma il Giappone, cui mi ero avvicinato dopo aver letto i libri di Fosco Maraini, Roland Barthes e Jon Hallyday mi ha "stregato" e ho finito per restarci. Oltre a scrivere per varie testate italiane e straniere (Espresso, Manifesto, Tokyo Shinbun, Japan Focus) ho fatto un po' di tutto, dal traduttore al consigliere politico e ghostwriter di uomini politici, tra i quali l'ex premier Naoto Kan.

Da alcuni anni lavoro per Sky Tg24 ma la televisione non mi basta. Mi piace scrivere, raccontare, condividere quello che, giorno dopo giorno, mi capita di vedere. Come ho fatto in occasione della tragedia di Fukushima, esperienza che mi ha profondamente segnato e sulla quale ho scritto un libro, Tsunami Nucleare.

Non sempre riesco a capire. Non sempre mi faccio capire. Ma ci provo. Dopo la chiusura del "vecchio" Manifesto, testata alla quale ho collaborato per oltre trent'anni, mi sono trasferito qui. Ringrazio Il Fatto per l'ospitalità e spero di riuscire a raccontare quello che succede nel continente che, piaccia o no, è destinato a guidare, e non tra troppo tempo, le sorti del mondo. 

Fabrizio d'Esposito

Inviato del Fatto Quotidiano

Giornalista, inviato del Fatto Quotidiano.

Sviluppo economico senza ministro. Ecco gli effetti collaterali
Costituzione a vanvera

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×