Polemica a Tagadà (La7) tra il direttore de Il Fatto Quotidiano, Marco Travaglio, e il senatore della Lega, Gian Marco Centinaio, sulla legge elettorale. A riguardo, il parlamentare del Carroccio pronuncia un attacco al fiele contro la deputata di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, che ha definito “uno schifo” il Rosatellum bis, puntando il dito contro Silvio Berlusconi e Matteo Salvini. “La Meloni è anche quella che non ha ancora capito la differenza tra secessione e indipendenza, quando parla dei nostri referendum” – commenta Centinaio – “è la stessa che confonde i nostri referendum con quello della Catalogna. Penso che tra un’ora Salvini mi farà una telefonata di fuoco per quello che sto dicendo”. La conduttrice Tiziana Panella chiede a Travaglio lo scenario che potrebbe presentarsi con il Rosatellum Bis. “Chi governerà?”, domanda Panella. “Travaglio”, mormora Centinaio. E il giornalista risponde: “Renzi farà finta di presentarsi alleato con Alfano, con Pisapia e con quei pochini che vorranno fargli da ruota di scorta, visto che è riuscito a sterminare tutti gli alleato del tradizionale centrosinistra. Berlusconi invece ci dirà che vorrà governare con con la Lega e con la Meloni, che, come abbiamo sentito ora, vanno d’amore e d’accordo. E poi ci saranno le varie destre, i vari centri, i vari centrini. Metterà tutto dentro. La sera delle elezioni” – continua – “scopriranno che il centrodestra, ammucchiato, non raggiungerà il 50% e non supererà il 35% . E che Renzi e le sue ruotine di scorta faranno il 30%. Quindi, Renzi saluterà Pisapia. Berlusconi saluterà la Meloni e Salvini. Quindi, tenteranno di fare il governo Renzusconi“. E aggiunge: “Il problema è vedere se i parlamentari del Pd e di Forza Italia insieme arriveranno al 50% del Parlamento. Io ho i miei seri dubbi. Ma è anche vero che Berlusconi e Renzi ci hanno abituato a una abilità nel comprare o nell’attirare parlamentari in cambio di varie utilità, quindi compreranno un po’ di leghisti, un po’ di meloniani o anche qualcuno del M5S che si venderà“. Centinaio controbatte, gesticolando: “Oppure i tuoi amici eletti 5 Stelle“. Travaglio risponde: “Non so neanche di chi sia questa voce, perché non vi vedo. Sicuramente è una persona raffinata ed elegante, ma non so chi sia”. Poi completa il suo pensiero e chiosa: “Questa è la mia previsione. Se l’intellettuale che mi stava interrompendo ha qualche scenario diverso, ce lo racconti”