Politica

Rosatellum bis, Migliore nega pure l’evidenza: “Due terzi di nominati? Falso”. Arriva Cuperlo e lo sbugiarda

“Con il Rosatellum 2.0 sarà un Parlamento per due terzi composto da nominati? Non è vero, lei non conosce la legge”. Così si è difeso il sottosegretario Gennaro Migliore a margine della Direzione nazionale del Partito Democratico, in merito alla nuova versione della legge elettorale in discussione alla Camera, frutto dell’accordo tra dem, Forza Italia, centristi e Lega. Peccato che a smentire Migliore sia pure il suo collega di partito Gianni Cuperlo: “Questo è un mix, perché avremo 232 collegi della Camera uninominali, ma due terzi degli altri seggi saranno assegnati con liste corte, proporzionali e bloccate“. Quindi, un Parlamento per due terzi di nominati. “Sì, è vero”, continua Cuperlo. Il motivo? “Lei la risposta la conosce…”, ha tagliato corto

Commenta!