Steve Jobs è morto il 5 ottobre 2011 a Palo Alto dopo una lunga malattia. Sei anni fa. Sei anni nei quali il mito del co-fondatore di Apple non solo non si è affievolito ma ha continuato a crescere. E’ all’asta una rivista autografata da Steve che si stima possa arrivare a 10mila dollari. Si tratta del numero di Newsweek del 24 ottobre 1988. In copertina, un giovane Jobs. Il titolo, Mr.Chips.  L’autografo di Steve è accompagnato dalla frase “I love manufactoring“. All’epoca il guru della Mela aveva abbandonato la società e aveva fondato la NeXT Computer.

E poche settimane, Jobs è stato ricordato nel corso dell’evento di lancio del nuovo iPhone X (pronunciato ‘ten’) per celebrare i dieci anni dalla presentazione del primo iPhone Era il 9 gennaio 2007, il giorno della rivoluzione nel mercato della telefonia. Al visionario e carismatico co-fondatore della Mela è stato dedicato un teatro nel nuovo quartier generale di Cupertino, ultimo atto della carriera di Jobs. Fu infatti lui stesso a presentare il progetto all’amministrazione comunale della città a giugno 2011, quattro mesi prima di morire.