È stato un Roberto Formigoni al vetriolo, contro l’attuale governatore della Lombardia Roberto Maroni, quello che è andato in onda martedì sera durante la prima puntata di “Siamo italiani”, il nuovo programma di attualità e politica del canale 62 (TopCalcio) voluto da Intelligo Tv e condotto da Roberto Poletti.

L’ex presidente della Giunta lombarda, stimolato dal conduttore, ha espresso il proprio giudizio sul prossimo referendum per l’autonomia del 22 ottobre ed è iniziata la polemica con l’attuale governatore. “Avevamo già fatto tutto durante il mio mandato – ha detto Formigoni – e la nostra Regione era già pronta per gestire autonomamente 12 competenze, mancava solo l’assenso del Governo. Ma con mio grande stupore, nel momento in cui a palazzo Chigi arrivò la Lega, la stessa ci mise i bastoni tra le ruote e non se ne fece nulla”.

“Oggi – continua Formigoni, sempre incalzato da Poletti – Maroni ripropone con il suo referendum le stesse cose ma in maniera molto più banale, senza individuare realmente gli aspetti sui quali ottenere l’autonomia. La domanda – termina – è del tipo ‘vuoi bene alla mamma?’ Ma chi risponderebbe di ‘no’? E dopo che il ‘sì’ cosa mai dovrebbe succedere?”