Un giudice in servizio alla Corte d’appello di Reggio Calabria, Gaetano Maria Amato, è stato arrestato dalla polizia a Messina per pornografia minorile. Nei suoi confronti il giudice per l’indagine preliminare della città dello Stretto ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, su richiesta del procuratore Maurizio De Lucia e dell’aggiunto Giovannella Scaminaci. La stessa procura peloritana fa sapere che non saranno resi noti altri particolari per tutelare le vittime.

Il magistrato arrestato presta servizio alla sezione penale dal gennaio di quest’anno. In precedenza era stato alla sezione civile. Trascorsi i dieci anni previsti dalle norme del Csm, il giudice era passato al penale dove ha fatto parte anche dei collegi in Corte d’assise ed alla sezione misure di prevenzione. Nessun commento, sulla vicenda odierna, viene fatto negli ambienti della Corte d’appello reggina.