Il diluvio. Una pioggia scrosciante e di maestosa intensità si è abbattuta ieri sera sulla casa del Grande Fratello.  Punizione divina per cotanto sfoggio di trash? Può darsi. Perché anche in questa seconda puntata, decisamente più noiosa della prima, il sacro graal del trash è stato lucidato ed esposto con orgoglio. Come potrebbe essere altrimenti, con un cast così? Da una parte una selezione di vecchie glorie italiche con il portafoglio semi vuoto. Dall’altra una serie di semisconosciuti in cerca di che non si capisce. Bene che vada, quando escono, saranno cartucce in canna per Barbara D’Urso. Cartucce a salve, va da sé.

Eliminata di questa seconda puntata tale Carla Cruz, della quale tutti fanno fatica a ricordare in nome. E come biasimarli. I nuovi nominati sono invece Lorenzo Flaherty, una “presenza non presenza” nella Casa, tanto che Cristianone Malgioglio non ha ancora ben capito né come si chiami né chi sia, e Serena Grandi. Una solitaria, Serena. Una che s’addormenta quando meno te l’aspetti. Una che si tatua l’Oscar sul braccio. Che si piglia un virus intestinale e lascia il bagno come capita. Sarà per questo che i coinquilini l’hanno nominata? In ogni caso, lei l’ha presa con filosofia: “Che bello, c’è l’adrenalina, altrimenti sarebbe tutto piatto”.

Una Grandi che per le dinamiche del programma è senza dubbio più fondamentale del buon Lorenzo. Perché il cast è davvero un colpo ben assestato da parte degli autori del reality di Canale5. Sarà per questo che gli ascolti tengono, eccome (4.304.000 spettatori pari al 23.8% di share, riporta davidemaggio.it). Il resto? La solita solfa. Tristopoli, le nomination, il siparietto con Raul Bova  (“ha finito i soldi anche lui”, pensa la signora Maria che guarda da casa), Alfonso Signorini. La solita solfa. Sì, c’è Ilary Blasi che sfodera una conduzione scanzonata. Brava, per carità. Ma il dubbio che sappia fare solo questo, viene. Che resa avrebbe la conduttrice fuori dal Grande Fratello (o dalle Iene)? E sì, c’è anche la Gialappa’s. Fuoriclasse, al servizio della signora Maria. Pure troppo, al servizio della signora Maria. Guizzi, in questa lunga, estenuante puntata? Pochi. Quasi tutti del solito Malgioglio, che dice di essersi “rotto il polso del piede”  e si lascia andare ad aforismi saggi, saggissimi: “Siamo sfigati, felici di essere sfigati, in un posto sfigato”. Amen.

Ps. La prima regola del Grande Fratello è non guardare il Grande Fratello. Ma se proprio il destino cinico e baro vi mette davanti alla tv, allora non resta che godersi questa somma rappresentazione del trash. Con Twitter aperto, naturalmente.