Sale allagate, passeggeri sul nastro trasporto dei bagagli e la pioggia che scende dal soffitto. L’aeroporto di Orio al Serio (Bergamo) è stato colpito dai violenti acquazzoni della giornata, costringendo i viaggiatori di passaggio a trascinare valigie e pacchi in mezzo all’acqua. I disagi per il maltempo però hanno riguardato il Nord e il Sud della penisola. Colpito anche il Gran premo di F1, con le qualifiche sospese per oltre due ore.

Come ricostruito dall’agenzia Ansa, le piogge che questa mattina si sono abbattute su Bergamo hanno allagato l’area arrivi dello scalo di Orio, dove sono intervenuti i vigili del fuoco e il personale di Sacbo. Le infiltrazioni hanno interessato in particolare la zona arrivi al piano terra e l’area di riconsegna dei bagagli. Nel pomeriggio tutte le aree del terminal sono tornate agibili, mentre i voli in programma hanno registrato leggeri ritardi dovuti alle condizioni meteo avverse. Il violento acquazzone ha creato disagi anche al vicino centro commerciale Oriocenter e a due circhi allestiti tra Orio e Bergamo. In alta montagna, sempre nella Bergamasca, è comparsa la prima neve della stagione. In particolare oltre i 2.300 metri, come sul Pizzo Coca, la montagna più alta delle Alpi Orobie e spartiacque tra la valle Seriana e la Valtellina e che è imbiancata. Se ne sono accorti gli escursionisti, pochi visto il meteo avverso, che si trovavano al rifugio Merelli. Prima neve anche a Livigno, in provincia di Sondrio, e al passo Eira.

Il maltempo ha colpito anche nel Veronese, dove una donna incinta e un bambino, che erano a bordo di un’auto rimasta bloccata in un sottopasso a causa della pioggia, sono stati soccorsi dall’intervento dei vigili del fuoco a San Giovanni Lupatoto (Verona). Sono state circa 30 le richieste d’intervento arrivate alla sala operativa del 115 nel veronese per allagamenti e alberi pericolosi con interventi a Verona, Zevio, Caldiero e San Giovanni Lupatoto.

In Emilia, per forti piogge e temporali sono state annullate tutte le iniziative previste alla Festa dell’Unità di Bologna, dove era previsto l’intervento del ministro della Giustizia Andrea Orlando. Tuoni e fulmini anche al Sud, con un’ora di pioggia, grandine e vento che si è abbattuta su Capri (Napoli) proprio nel pieno della mattinata con la Piazzetta affollata e mentre dagli aliscafi e traghetti scendevano numerosi turisti. Pioggia anche a Napoli, dove non scendeva una goccia da settimane. Strade allagate anche in Costiera Amalfitana, ad Amalfi e Maiori.
Nel Casertano, a Giano Vetusto, sempre per far fronte agli allagamenti, la Protezione civile regionale ha inviato alcune squadre di volontari. Un violento temporale si è abbattuto anche su Campobasso, con numerosi allagamenti, problemi alla viabilità e la caduta di alcuni alberi.