Un bambino di diciotto mesi annegato in una piscina gonfiabile. È successo a Lamezia Terme, in provincia di Catanzaro, intorno alle ore 16.30 del 30 agosto. Il bimbo, Antonio Cavalieri, stava giocando nel giardino di casa, in località Cafarone, quando è avvenuto l’incidente. Ancora non sono noti i dettagli della vicenda, chi dovesse supervisionare e quale dinamica ha portato all’annegamento del piccolo. Secondo una prima ricostruzione il bambino sarebbe sfuggito alla vista dei genitori.

Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 che hanno tentato di rianimare il bambino senza riuscirci. Lavorano al caso i carabinieri della compagnia di Lamezia Terme che valuteranno  quanto accaduto per verificare le eventuali responsabilità dei genitori e dei parenti.