Ci sono volute quasi ventiquattro ore di polemiche, la denuncia dei proprietari del ristorante e l’intervento di Tripadvisor. Poi Fabio C., l’autore del commento razzista sul portale di recensioni nei confronti di una cameriera di colore con costume tirolese a Cortina d’Ampezzo, ha deciso di uscire allo scoperto. Infatti, a scrivere la frase “Se vado a mangiare in un ristorante cinese vorrei che fossero cinesi a servirmi a tavola”, non è stato un viaggiatore qualunque ma Fabio Cenerini, capogruppo della lista Toti (centrodestra) in consiglio comunale a La Spezia.

Cenerini, dopo aver mangiato al ristorante El Brite de Larieto a Cortina, aveva deciso di lasciare (firmandosi solo Fabio C.) questo commento: “Se fossimo in un ristorante internazionale a Milano sarebbe diverso, ma sarebbe come andare in Marocco e in un ristorante tipico invece di trovare un marocchino che serve in sala ci trovassi un tedesco biondo vestito da marocchino”. Cenerini si riferiva al fatto che a servirlo fosse stata una ragazza di colore vestita in abito tipico tirolese.

La frase aveva sollevato molte polemiche in rete e non solo, tanto da spingere i proprietari del ristorante a chiederne la rimozione del commento a Tripadvisor. Richiesta che è stata accolta solo dopo varie ore e dopo una prima risposta negativa: “A seguito della segnalazione”, avevano detto in un primo momento, “abbiamo completato la nostra indagine. La recensione rispetta le nostre linee guida. La nostra community è globale e multi-culturale. Proprio perché si tratta di un contesto unico e diversificato, certi modi di dire, termini in gergo o frasi che possono essere considerate ingiuriose per qualcuno, possono non esserlo per altri. Dato che conforme alle nostre linee guida, la recensione rimarrà pubblicata”, aveva fatto sapere lo staff del popolare sito di recensioni. A prendere posizione erano stati quindi gli stessi proprietari: “Al Brite de Larieto siamo tutti uguali. Da sempre assumiamo le persone per la loro competenza e qualità professionale, non certo per le loro origini. La nostra collaboratrice è molto brava, siamo felici che sia con noi. Che cosa avremmo dovuto fare, costringerla a essere l’unica a non vestire in stile tirolese perché è di colore? Restiamo sconcertati che possano esistere ancora persone che considerano l’origine etnica un problema”. Dopo alcune ore, il commento di Cenerini è stato rimosso.