“Sì. Non ho mai smesso di pensarci. Mi sembra una prospettiva abbastanza concreta”. Così il sindaco di Bergamo Giorgio Gori risponde a chi gli chiede se continui a pensare alla sua candidatura a governatore della Lombardia per il centrosinistra. Le elezioni regionali sono in programma nel 2018. “Poi – dice Gori al Meeting di Comunione e liberazione – spetterà alla coalizione decidere ma io ho dato la mia disponibilità”. Già a fine giugno, dopo il disastro delle elezioni amministrative, Gori aveva rilanciato il proprio impegno. “Il centrodestra governa la Regione ed è al potere da venticinque anni – aveva detto tra l’altro a Repubblica – Se è vero che questo voto ci dice che la gente vuole cambiare, il cambiamento siamo noi, non Maroni. Per me, ci sono tutte le condizioni per batterlo”.