Scontro al largo delle coste di Singapore tra un incrociatore Usa e un cargo mercantile. Dieci marinai americani sono dispersi e cinque sono rimasti feriti, come ha reso noto un comunicato della Settima Flotta che, insieme alla guardia costiera locale, sta conducendo le operazioni di soccorso e di ricerca dei dispersi. La collisione tra la USS John S McCain – l’incrociatore intitolato al padre del senatore repubblicano che era ammiraglio della Marina militare – e il cargo, per il trasporto di sostanze chimiche e petrolio, è avvenuta alle 6.24 ora locale a est dello stretto di Malacca.

Non sono ancora chiare le cause dell’incidente, avvenuto pochi giorni dopo che il comandante dell’incrociatore Uss Fitzgerald è stato rimosso per un incidente analogo avvenuto lo scorso giugno a largo delle Filippine, che provocò la morte di 7 marinai. Donald Trump ha detto in un tweet che i suoi “pensieri e parole sono con i nostri marinai a bordo della USS John S McCain dove sono in corso le operazione di ricerca e soccorso”. Anche il senatore McCain ha rivolto un messaggio di solidarietà su Twitter.

L’incrociatore è equipaggiato con il sistema di difesa missilistica Aegis, che viene considerato una delle misure per contrastare un eventuale attacco missilistico della Corea del Nord. Se il sistema dovesse essere stato danneggiato in modo consistente nell’incidente, l’incrociatore diventerebbe la terza delle 11 navi da guerra Usa dotate del sistema Aegis di stanza nella base navale giapponese di Yokosuka, a non essere disponibile per un dispiegamento.