Circa 40mila persone hanno sfilato ieri, sabato 19 agosto, a Boston per manifestare contro il raduno di uno sparuto gruppo di ultradestra, costretto poi ad abbandonare frettolosamente il suo ”Free Speech rally” e a evacuare a bordo di furgoni della polizia. Gli attivisti del gruppo avevano preso pubblicamente le distanze dai neo-nazisti, dai suprematisti bianchi e da altri movimenti di estrema destra che hanno fomentato la violenza a Charlottsville ma i contro manifestanti li hanno sommersi di cori e slogan anti razzisti costringendoli a battere in ritirata. Ci sono stati anche alcuni tafferugli con la polizia, sfociati in almeno otto arresti. Si tratta del primo ‘duello’ tra estremisti di destra e anti razzisti dopo i tragici fatti di Charlottsville e le polemiche scatenate dall’equiparazione fatta da Trump fra le due fazioni, che hanno riaperto in America la mai sanata ferita del razzismo.

I video sono stati pubblicati su Twitter da alcuni reporter e partecipanti alla manifestazione (@ltomei, @JamesCookUMA,@KelleyChunn, @defpen).