Il cancello è uscito improvvisamente dai binari, si è staccato e lo ha schiacciato. Un bambino di 4 anni, in vacanza con la mamma e la sorellina di un anno, è morto oggi pomeriggio ad Anzio, località balneare vicino a Roma. La notizia è stata diffusa dalla compagnia di elisoccorso Elitaliana che è intervenuta sul posto. I medici hanno tentato di rianimare il piccolo, ma senza successo.

Secondo una prima ricostruzione delle forze dell’ordine nel pomeriggio il piccolo stava rincasando insieme alla mamma e alla sorellina più piccola. La famiglia, originaria di Roma, aveva preso in affitto una residenza estiva ad Anzio, in via Corallo, accanto a quella della nonna per passare le ferie d’agosto. Il papà, invece, era rimasto in Inghilterra, dove la famiglia vive.

Una volta giunti di fronte all’abitazione, la donna, con il figlio più piccolo nel passeggino, ha trascinato il cancello, che è uscito dalle guide. Sganciandosi ha schiacciato il piccolo che si trovata proprio nella traiettorie del pesantissimo cancello e ha perso conoscenza. Tutti vani i tentativi di salvarlo. Dopo l’intervento di tre persone per sollevare il cancello, l’equipe sanitaria ha tentato di rianimarlo per un tempo lunghissimo, quasi 45 minuti, direttamente nello spazio di fronte alla palazzina, ma non c’è stato nulla da fare. Il bambino, nonostante tutti gli sforzi, non ha più ripreso conoscenza. La madre era disperata ed in lacrime mentre i medici tentavano il tutto per tutto.

Il proprietario del terreno dove è avvenuto l’incidente ha avuto un malore ed è stato soccorso dai medici dell’elisoccorso in attesa dell’ambulanza che lo ha poi trasportato in ospedale. I carabinieri di Anzio hanno aperto un’indagine.