Tragedia nel corso della notte a Cagliari. Intorno alle 23 di mercoledì un gommone con quattro persone a bordo si è schiantato sugli scogli del molo frangiflutti del porticciolo dei pescatori di Sant’Elia. L’incidente ha causato la morte di due persone mentre altre due sono rimaste ferite gravemente. Le vittime sono due cagliaritani, Giovanni Putzu e Nicola Sanna, 29enne militare della Guardia di Finanza in servizio a Palermo, Maria Bonfardeci, 27enne palermitana fidanzata di Sanna e Claudia Malica, di Cagliari, compagna di Putzu.

Poco prima delle 23 (l’allarme alla Capitaneria di Porto è delle 23.05), le due coppie stavano navigando vicino al porticciolo quando, per cause in corso di accertamento da parte della Capitaneria, il gommone si è schiantato a forte velocità sul molo frangiflutti del porticciolo dei pescatori. Sono stati alcuni pescatori ad accorgersi della tragedia e ad accorrere sul posto allertando i soccorsi. Immediatamente sul posto sono state inviate unità della Guardia Costiera, dei carabinieri, sia a terra che via mare, la squadre navale dei vigili del fuoco con i sommozzatori e due unità a terra per illuminare la zona.

Subito è stato recuperato il corpo di uno dei due uomini deceduti nell’impatto e le due donne, che sono state portate dal 118 in gravi condizioni, ma fortunatamente non in pericolo di vita, negli ospedali Brotzu e Marino di Cagliari. Successivamente i sommozzatori dei Vigili del fuoco hanno recuperato anche il corpo del secondo giovane. Gli inquirenti stanno ancora lavorando sul posto ed eseguendo rilievi per stabilire le cause dell’incidente. Appena sarà possibile sentiranno le due donne sopravvissute. La dinamica della tragedia è ancora in fase di ricostruzione, così come le cause dell’incidente. A quanto pare i giovani avevano preso il gommone, di proprietà di un amico di Putzu, per seguire, dal mare, lo spettacolo di mercoledì sera all’arena Sant’Elia, Notre Dame de Paris. Terminato il musical sono tornati verso il porticciolo ed è avvenuto l’incidente.

“Ci hanno chiamato poco dopo le 23 segnalandoci l’incidente, quando siamo arrivati ci siamo resi conto della tragedia”, ha spiegato il comandante della Capitaneria di porto di Cagliari, Roberto Isidori. “Ci sono due inchieste aperte, una penale e una amministrativa – ha detto all’Ansa il comandante – stiamo lavorando su diversi fronti. È un incidente tutto da chiarire, una delle vittime conosceva bene la zona. Dobbiamo sentire le superstiti per ricostruire ogni cosa, ieri sera erano sotto choc”. Il gommone su cui viaggiavano i quattro è lungo 6-7 metri, con una chiglia in vetroresina e i tubolari in gomma, dotato di un motore da 200 cavalli. Quando la Guardia costiera è arrivata sul posto lo ha trovato sugli scogli; a pochi metri di distanza il cadavere di una delle due vittime.