E’ di tre persone arrestate e una quarta denunciata, oltre che di due feriti e ricoverati in ospedale, il bilancio dell’indagine dei carabinieri di Bergamo scattata dopo la sparatoria che martedì pomeriggio ha scosso il centro di Trescore Balneario. In manette sono finiti dei rom che vivono nella zona e che erano già stati protagonisti di analoghi episodi.

I militari dell’Arma, coordinati dal pm Antonio Pansa, hanno ricostruito la dinamica dei fatti: sono stati esplosi in tutto 15 colpi calibro 9 per 21, tra l’altro ad altezza uomo. Gli indagati devono rispondere dell’accusa di rissa. Sono stati posti sotto sequestro tre veicoli, oltre a mazze, spranghe e bastoni trovati all’interno dei mezzi. I carabinieri hanno anche perquisito diverse abitazioni. Alcune delle persone coinvolte non sarebbero infatti ancora state rintracciate.