Virginia Raggi? La cosa migliore che ha è il suo corpo. E’ intrigante. Un po’ come Irene Pivetti, che destò un impulso sessuale perfino in Fabrizio Del Noce“. Sono le parole del critico d’arte Vittorio Sgarbi, intervenuto a In Onda Estate (La7), per spiegare e illustrare alcune mostre ed esposizioni in Italia. “Virginia Raggi è il punto debole del M5S” – continua – “Se, come credo, i 5 Stelle avranno un calo di consensi. dipende dalla sindaca di Roma. Penso che il M5S possa solo farla dimettere, se vuole vincere le elezioni. Però mi dispiace anche per lei, la Raggi è un caso umano. Renzi? E’ un altro caso umano. Non ho ancora letto il suo libro “Avanti”, ma l’ho tenuto in mano mentre stavo sul cesso. Renzi sta attraversando una fase di disperazione: ha desiderio di potere e vive per questo. Si sente molto che è un puntiglio. Berlusconi? A me fa tenerezza“. Stoccata anche sulle nuove regole relative agli autovelox, come impone la direttiva Minniti, e sulla decisione di aumentare il prezzo del biglietto nelle Gallerie degli Uffizi: “I musei devono essere gratuiti, come le biblioteche. Uno deve andarci per studiare la sua civiltà e per formarsi, come accade ad esempio a Castiglion Fiorentino. C’è l’Inghilterra coi biglietti gratis per i musei, la Germania senza autovelox e noi, che siamo i più coglioni di tutti, abbiamo gli autovelox e il biglietto