I PC desktop da gaming sono da sempre sinonimo di computer assemblati su misura per il cliente, in base alle sue necessità e al suo budget, quando non montati componente per componente direttamente dal gamer stesso o da un amico in casa propria, ma con un mercato in crescita vari produttori hanno deciso di offrire proprie soluzioni adatte a soddisfare chi è alla ricerca di una soluzione chiavi in mano. MSI ci ha dato la possibilità di provare il suo Aegis 3, un desktop da gaming dalle dimensioni compatte, in una configurazione dotata di CPU Intel i5-7400 (quad-core con frequenza massima di 3.5GHz), 16GB di RAM, SSD NVMe da 256GB accoppiato ad un HD da 2TB, una GPU NVIDIA GTX1070 (con 8GB GDDR5), lettore/masterizzatore DVD, scheda di rete gigabit Killer E2500, WiFI e Bluetooth 4.2.

Design
Dal punto di vista estetico l’Aegis 3 si mostra con un case compatto (19 litri circa) dal design molto aggressivo, che vede il vano con la componentistica posizionato obliquamente rispetto alla base, dove è alloggiato l’alimentatore, con cui si unisce solo nella parte anteriore; su entrambi i lati sono presenti delle “antennine” ripiegabili da utilizzare come portacuffia, mentre da una serie di feritorie/finestrelle sul fianco destro è possibile vedere l’interno del PC, anche se gran parte dello spazio è occupato dalla scheda video montata verticalmente.

Il case nella parte anteriore ed al suo interno (visibile dalle feritorie laterali) ospita i led del sistema Mystic Light RGB, la cui luminosità, colori ed effetti sono controllabili mediante l’apposito software preinstallato sul sistema. Nella parte posteriore, in alto, trova posto una maniglia che rende agevole il trasporto del computer.

Buona la dotazione di porte sul frontale, che vede sulla destra le due prese per i jack da 3,5mm di cuffie e microfono, sulla sinistra sono presenti 2 porte USB 2.0 ed 1 porta USB Type C 3.1; in basso è posizionata una porta HDMI VR Link, utile per poter connettere un eventuale visore per la realtà virtuale senza dover accedere alla parte posteriore del PC, ma per poterla usare è necessario collegare l’uscita HDMI della scheda video con l’ingresso gemello presente nella parte posteriore (praticamente una “prolunga” integrata nel case). Sul posteriore, oltre alla VR Link, sono presenti  sulla parte destra (scheda madre) le uscite audio con il connettore S/PDIF e  5 prese per i jack da 3,5mm , che permettono di collegarlo a sistemi 7.1 analogici, 4 porte USB 3.1 (tipo A), 2 poste USB 2.0, una porta PS/2 e la porta RJ45 per la scheda di rete; sulla scheda video invece si trovano 3 uscite DisplayPort, una DVI-D ed una HDMI.

Prestazioni
Le prestazioni durante le nostre prove non ci hanno deluso, ma non ci hanno nemmeno sorpreso: la GTX1070 è una GPU di fascia medio-alta più che adatta a giocare sia in full HD che QHD (nello specifico la scheda a bordo è una Gaming X 8G di MSI stessa) e l’i5-7400 dal canto suo è più che sufficiente se l’utilizzo principale a cui si punta è il gioco.

Il PC si è comportato in maniera egregia offrendo sempre un framerate adeguato (generalmente oltre i 60fps) con i vari giochi che abbiamo provato (For Honor, Overwatch, AssettoCorsa, Titanfall2, PLAYERUNKNOWN’s Battlegrounds) utilizzando dettagli alti/estremi sia a 1920×1080 che a 2560×1440, per coloro che fossero interessati a scendere nel dettaglio, troverete tutto nella prossima pagina.

Nonostante le forme compatte del case non abbiamo riscontrato problemi di surriscaldamento grazie alle varie soluzioni adottate da MSI per ottenenere una gestione ottimale dei flussi d’aria, come ad esempio l’alimentatore alloggiato in maniera separata rispetto al resto dei componenti e la scheda video montata verticalmente con le ventole rivolte verso le feritorie laterali.

Conclusioni
È possibile trovare sul mercato l’Aegis 3 in varie configurazioni con prezzi a partire dai 1.250-1.300 euro per la versione con i5-7400, GTX1060 ed 8GB di RAM per arrivare oltre i 1.600 euro per il modello di punta che monta un i7-7700, la GTX1070, oltre a 16GB di RAM e storage maggiore.

La configurazione oggetto della prova si trova con prezzi tra i 1.350 euro e i 1.450 euro, prezzi che risultano di circa 300 euro più alti rispetto a quelli della componentistica equivalente in un assemblato, a cui però andrebbero aggiunti il costo della licenza del sistema operativo e le spese di assemblaggio e configurazione (se non si fa da se); per quanto ci riguarda riteniamo l’Aegis 3 un’ottima soluzione per coloro che sono alla ricerca di un PC compatto, con buone prestazione in gioco e non hanno l’esperienza o il tempo da dedicare ad una soluzione “fai da te”.

Pro:

  • Design
  • Dimensioni e Trasportabilità
  • Raffreddamento
  • Prestazioni più che ottimali per giocare

Contro:

  • Prezzo se confrontato con un PC assemblato in “fai da te”