Instagram, si sa, è anche e soprattutto il social dei fisici tonici, scolpiti, scultorei. Visto che da quelle parti conta l’immagine, è normale che tra i più seguiti e apprezzati ci siano modelli, fashion blogger, personal trainer. Belloni e bellone, dunque, che possono sfoggiare un fisico perfetto. Però (perché un però c’è sempre, figurarsi sui social) è bene tenere gli occhi aperti perché le foto su Instagram possono nascondere delle magagne. Sua Maestà Photoshop è sempre dietro l’angolo, a snellire le forme e a eliminare difettucci fisici che danneggerebbero, almeno secondo chi cerca sul web modelli perfetti e spesso inarrivabili di forma fisica, l’immagine dei personaggi in questione. E se proprio non si riesce a utilizzare il programma di fotoritocco, basta anche usare con perizia la prospettiva o la posizione del corpo in foto.

A spiegare vari trucchetti usati dalle cosiddette social star ci ha pensato Sara Puhto, ventenne blogger finlandese con oltre 120mila seguaci su Instagram, che ha pubblicato propri scatti doppi (realtà vs resa sui social) per spiegare all’ignara platea quanto sia facile farsi buggerare online. Ecco, allora, che in una foto vediamo Sara in tuta, con il ventre rilassato e leggermente prominente, accanto a un’altra immagine scattata solo pochi secondi dopo, in cui invece la pancia è sparita e l’addome è tonico che più tonico non si può. Merito della posizione a tre quarti, del respiro trattenuto e il gioco è fatto. O, ancora, Sara mostra come sia differente assai la resa fotografica da seduti e in piedi, in un altro doppio scatto parecchio indicativo. Non poteva mancare la manina di Photoshop, in un post che mostra un fisico finto che può finto non si può, per provare a spiegare ai tanti seguaci che le star su Instagram spesso ricorrono al software di fotoritocco con risultati più che credibili.

Il messaggio di Sara Puhto è chiaro: Instagram rischia di contribuire all’affermarsi di uno standard fisico troppo alto, spesso frutto di trucchetti e dunque pressoché inarrivabile dai tanti ragazzi che vorrebbero raggiungerlo. Gli oltre 120mila seguaci della blogger finlandese sembrano gradire lo sforzo pedagogico, soprattutto le ragazze, che la ringraziano perché le ha aiutate ad accettarsi così come sono.

Instagram vs real life 💁🏼🌿 If I saw the photo on the left a year ago I would’ve instantly thought so negatively about my body, that all my hard work from working out was non existent, that if someone looked at me they would’ve never thought I’ve been working out for 2 years and think I wasn’t trying hard enough. But the thing is is that all bodies look different. Nobody’s booty looks round and peachy from all angles. Nobody’s body looks the same from all angles. Don’t eat less or miss out on your favorite meals/drinks or over exercise to “look good for a holiday” or to “look good in bikini photos” because there will always be angles that are “unflattering” that might make you feel bad when you see them. Instead workout and eat healthy because it makes you feel good, not as a punishment. Start loving and accepting your body at all angles with all your “flaws”, instead of trying to fit into societies image of ‘beauty’ because that image isn’t inclusive of all individuals, which is so messed up. Don’t hate yourself just because of bad photos, they do not define you as a person. You look the best when you’re living life to the fullest and happiest. There’s no point in missing out on things and stressing yourself out so much. Life isn’t meant to be a competition on who can look the best and we should normalize not having to “look perfect” all the time because it’s a ridiculous concept. You are perfect the way you are 🌴☀️ —————————————— . . . #instagramvsreallife #beforeandafter #lawofattraction #bodypositive #bekindtoyourself #lifeisgreat #dowhatyoulove #veganbooty #youareenough #progressnotperfection #bodyimage #vegansofig #girlswhoworkout #selflove #youarebeautiful #veganfitness #loa #fitnessjourney #bopo #bodyacceptance #bodyconfidence #effyourbeautystandards #bepresent #justbe #moderation #balanceddiet #staypositive #thinkpositive

Un post condiviso da Sara Puhto (@saggysara) in data: